Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Paradisi fiscali e centri finanziari offshore: uso e abuso nei casi Parmalat ed Enron

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Tali principi sono: a) il principio della territorialità o della fonte (c.d. source-based principle); secondo cui, uno Stato può avanzare la pretesa tributaria per tutti i redditi prodotti nel suo territorio, indipendentemente da chi li produce. Paesi come Hong Kong, Kenya, Uruguay, Zambia, Brasile tassano i redditi prodotti nel proprio territorio da società residenti, ma non tassano i redditi che le stesse società producono all’estero; b) il principio della residenza (c.d di worldwide taxation); secondo cui i redditi percepiti da soggetti residenti sono sottoposti a imposizione domestica, a prescindere dal Paese in cui hanno origine. La maggior parte degli Stati europei, compresa l’Italia, adotta tale principio dando, quindi, molta rilevanza al concetto di residenza fiscale; c) il principio della cittadinanza. Secondo il quale l’imposizione si rivolge a tutti i soggetti considerati cittadini. Le nazioni che lo adottano, assieme ai due principi su esposti, sono solo due: gli Stati Uniti e le Filippine. Ogni Stato è libero di applicare il principio che ritiene più idoneo, a prescindere da ciò che fanno gli altri. Quindi, nell’ambito della tassazione internazionale, il contribuente, in base alla sua libertà personale ed economica, sceglierà di collocare la sua ricchezza nei luoghi che gli assicurano un risparmio fiscale. Ad esempio, nei Paesi in cui vige il principio della residenza, i soggetti residenti ottengono una considerevole riduzione del proprio carico tributario, servendosi di una società estera localizzata in Paesi a bassa fiscalità, mentre nei Paesi in cui vige il principio della territorialità, notevole importanza assume il luogo in cui è collocata l’attività produttiva. In generale, ogni Stato coordina i principi su esposti differenziando tra tassazione dei residenti e tassazione dei non residenti. Ad esempio, in Italia si tassano i residenti secondo il principio di worldwide taxation e i non residenti secondo il principio della territorialità [Gallisay, 1995].

Anteprima della Tesi di Lucia Serafini

Anteprima della tesi: Paradisi fiscali e centri finanziari offshore: uso e abuso nei casi Parmalat ed Enron, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Lucia Serafini Contatta »

Composta da 209 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14606 click dal 31/08/2004.

 

Consultata integralmente 62 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.