Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Misura del rapporto segnale/interferenza co-canale nei sistemi di telefonia cellulare

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.1.4 Cenni su alcuni parametri che caratterizzano la comunicazione tra mezzi in movimento Quando si trasmettono dati di qualsiasi natura attraverso l’etere, si verificano alcuni particolari fenomeni che è opportuno valutare in modo più approfondito. Ad esempio, è molto importante capire quali sono le relazioni che intercorrono tra le frequenze che si utilizzano per la trasmissione eglieffetti che il mezzo trasmissivo ha sulle onde elettromagnetiche generate. Di seguito vengono brevemente descritti due tra i molteplici componenti che influiscono sulle comunicazioni radio: il rapporto che si instaura tra lunghezza d’onda e atmosfera e l’effetto Doppler. Lunghezza d’onda e atmosfera Come già accennato, la conoscenza della lunghezza d’onda, oppure della frequenza, è necessaria per determinare il potere di riscaldamento, la visibilità, la capacità di penetrazione e altre caratteristiche dei diversi tipi di onda elettromagnetica. Non esiste una relazione lineare tra la variazione della frequenza e la variazione di composizione dell’aria, per cui non è possibile pensare di utilizzare questo canale senza le debite precauzioni. Effetto Doppler Un altro fenomeno che influisce sulle trasmissioni via etere, soprattutto in trasmissioni tra dispositivi in movimento, è rappresentato dall’effetto Doppler, tramite il quale viene definita la differenza che si genera tra la frequenza di un’onda emessa da una sorgente e quella percepita da un osservatore, quando questi due elementi sono in moto relativo tra di loro. Se la sorgente in questione trasmette delle onde acustiche, queste risulterebbero più gravi se la ricevente si sta allontanando, mentre si sentirebbero più acute se quest’ultima si sta avvicinando 1 . Per meglio descrivere questo fenomeno è opportuno, tramite un esempio, sviluppare una serie di ragionamenti che possano permettere di chiarire il concetto introdotto. 1 Questi risultati restano validi anche nel campo dell’ottica. Tale effetto applicato agli spettri stellari costituisce un importante strumento per la misurazione delle velocità radiali degli astri: se un astro è in avvicinamento si avrà un spettro spostato verso il blu, viceversa risulterà spostato verso il rosso. 18

Anteprima della Tesi di Luca Bellomo

Anteprima della tesi: Misura del rapporto segnale/interferenza co-canale nei sistemi di telefonia cellulare, Pagina 9

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Luca Bellomo Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1209 click dal 31/08/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.