Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dinamiche dello sviluppo in Argentina (1990-2000): relativi problemi di misurazione e proposte

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 la crisi del Brasile 8 , Paese membro del Mercosur che aveva adottato nel 1994 un piano di riforma simile a quello argentino, il “piano real” che tra le altre cose fissava il cambio alla pari tra real brasiliano ed il dollaro (1 real=1 dollaro). La crisi economica, culminata con la dichiarazione d’insolvenza del debito estero (dicembre 2001) e la conseguente dichiarazione del fallimento dell’economia argentina, ha risvegliato l’attenzione degli analisti del mondo accademico suscitando diverse correnti di pensiero sulle cause della crisi e sulla sua “prevedibilità”. Coloro che hanno posto le basi dell’analisi analizzando lo sviluppo del Paese da un punto di vista economico-territoriale ed istituzionale, hanno rilevato come la crisi attuale sia dovuta principalmente a motivi di vulnerabilità strutturale interna precedenti le riforme. Principale responsabile il fatto che l’Argentina abbia subito una crescita senza industrializzazione. L’economia basata sull’allevamento 9 , la produzione di beni agricoli e la loro relativa esportazione ha favorito lo sviluppo di una società oligarchica (in cui il potere economico e sociale è esercitato attraverso la proprietà della terra) e la crescita di una borghesia terziaria urbana (legata principalmente al commercio ed alla finanza) non 8. Il Brasile assorbiva il 30% delle esportazioni argentine. Questi mancati guadagni, in uno situazione già di per sé critica, costituirono un dramma. 9. I primi a sviluppare l’agricoltura nell’Argentina precolombiana, furono i gruppi di indigeni, mentre le tribù nomadi si dedicavano alla caccia. Buenos Aires prese forma come centro abitato intorno al 1580, ma per oltre 200 anni rimase in un letargo economico e culturale. L’allevamento del bestiame costituì una fortuna per pochi proprietari terrieri.

Anteprima della Tesi di Valentina Giudice

Anteprima della tesi: Dinamiche dello sviluppo in Argentina (1990-2000): relativi problemi di misurazione e proposte, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Valentina Giudice Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1592 click dal 02/09/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.