Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La formula del franchising nell'evoluzione del settore commerciale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 1.2. Commercio e Distribuzione: due realtà a confronto. Nel linguaggio comune i vocaboli “distribuzione” e “commercio” vengono spesso usati indifferentemente come se si trattasse di due sinonimi. In realtà bisogna sottolineare che i significati letterali dei due termini sono completamente diversi: ¾ la parola commercio indica l’attività economica fondata sullo scambio di merce con altra merce di valore equivalente o denaro; ¾ la parola distribuzione indica, invece, l’insieme di attività attraverso il quale le merci prodotte vengono portate a contatto del consumatore finale e a questo vendute. 6 Sia che si faccia riferimento all’economia industriale, sia che si prenda in considerazione l’economia d’impresa, il ruolo che viene assegnato alla distribuzione è definito in modo univoco: in entrambi i casi essa produce il servizio commerciale, inteso come l’insieme di attività per mettere a disposizione dei consumatori i beni che essi desiderano, nei tempi, nei luoghi e nei modi desiderati. 7 La distribuzione rappresenta quindi un’interfaccia tra produzione e consumo. Le forme distributive e la loro evoluzione sono il risultato di una ricerca per aderire al meglio alle necessità dei consumatori. Il servizio reso ai consumatori ha assunto infatti nel tempo caratteri di personalizzazione e differenziazione, dando luogo a formule di offerta diverse. Nella realtà operativa di mercato ogni impresa che voglia far giungere al consumatore o utilizzatore finale un bene o un servizio, tratta quotidianamente con un certo numero di imprese commerciali: grossisti, dettaglianti, agenti, intermediari, ecc… L’insieme degli intermediari commerciali costituisce il canale di distribuzione attraverso il quale il produttore di bene e/o servizi raggiunge il proprio mercato. 8 6 Zingarelli N., Vocabolario della lingua italiana, Bologna, 1991. 7 Pellegrini L., “Le trasformazioni in corso nella distribuzione: implicazioni settoriali e intersettoriali” in I contratti della distribuzione commerciale, EGEA, Milano, 1993. 8 Tupponi M., Ghirotti E., I contratti di distribuzione commerciale : agenzia, concessione di vendita, franchising, analisi degli schemi contrattuali e definizione del business plan, Maggioli, Rimini, 2000.

Anteprima della Tesi di Laura Cassinelli

Anteprima della tesi: La formula del franchising nell'evoluzione del settore commerciale, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Laura Cassinelli Contatta »

Composta da 299 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12973 click dal 02/09/2004.

 

Consultata integralmente 36 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.