Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione e promozione di Marketing nell'era digitale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 La figura 1, dal canto suo, mostra come il numero di host Internet 22 nel mondo sia aumentato nel tempo seguendo tassi di crescita molto elevati: dopo alcuni anni di leggera flessione, gli ultimi 12 mesi hanno fatto registrare, con un incremento del 35,8%, una notevole accelerazione, passando dai 171.638.300 di host del gennaio 2003 ai 233.101.500 del gennaio 2004 (il 63,2% dei quali posseduti dagli soli Stati Uniti). Un aspetto da mettere in risalto è che sino a pochi anni fa, quando l’opinione pubblica (i consumatori in primis) non aveva ancora assunto nei confronti delle nuove tecnologie quella dimestichezza necessaria per esprimere una domanda forte, alcune categorie di imprese (ad es. quelle che operavano nel settore dei beni di largo consumo) potevano anche non incorporare nel proprio piano aziendale una specifica strategia di Internet Marketing senza per questo subire conseguenze negative in termini di perdita di competitività. Oggi invece, indipendentemente dal settore d’appartenenza, nessun’impresa può permettersi di considerare che portare il proprio business sul Web rappresenti solamente una semplice possibilità: l’imperativo è quello di vivere digitali, ossia “vivere wired, connessi a un modo di pensare che lascia indietro tutti coloro che non hanno in alcun modo il DNA digitale per sopravvivere nell’era delle reti e della comunicazione personale” 23 . Quella che si apre agli attori economici è l’occasione di poter competere utilizzando strumenti nuovi in grado di promuovere un impiego più efficiente delle risorse scarse ed in un contesto nel quale la presa di coscienza del fenomeno Internet non ha ancora raggiunto una completa maturazione, il vantaggio della prima mossa potrebbe risultare l’arma vincente per riuscire a conquistare posizioni di mercato dominanti: esso consente, infatti, di creare un solco talmente ampio tra se e i propri avversari che nel momento in cui questi ultimi avranno recuperato il divario tecnico, l’impresa all’avanguardia avrà oramai “consolidato una posizione di predominio sul mercato e nell’attenzione degli utenti che sarà difficile, se non impossibile, eguagliare. E la concorrenza? I ritardatari nel nuovo mondo dell’e-business e dell’e-business intelligence si troveranno a mangiare la polvere, a tutto svantaggio dei loro clienti, azionisti, dipendenti e partner” 24 . Ma se da un lato il fattore tempo, in un ambiente complesso e dinamico come quello attuale, impone una capacità di reazione quasi istantanea in funzione di un adattamento alle mutevoli condizioni d’ambiente che deve potersi attuare quasi in tempo reale, d’altro canto la predisposizione di un programma d’azione ragionato è condizione indispensabile per evitare di entrare in Rete senza un’adeguata preparazione: mettere a fuoco i propri obiettivi, stabilire le risorse necessarie, predisporre un piano aziendale ed individuare strategie adeguate alla sua realizzazione, rappresentano fasi irrinunciabili affinché la presenza nello spazio virtuale possa rivelarsi fonte d’importanti benefici poiché solo “una volta che sapete dove state andando, potete cominciare a pensare come arrivarci” 25 . Entrare in Internet equivale ad instaurare potenziali relazioni con tutto il mondo esterno, senza limiti fisici o temporali, e se questo da una parte costituisce una possibilità per espandere e rafforzare i propri business, dall’altra l’aumento della visibilità dell’azienda porta con se anche numerose incognite, perché il Web finisce per 22 Gli host Internet sono computers collegati in Rete (e che quindi possono comunicare con altri computers) che ospitano siti web. In inglese la parola host significa, appunto, “ospite”. 23 Korper S., Ellis J. (2000) “Il Libro del commercio elettronico” - Apogeo, Milano 24 Liautaud B. (2001) “e-Business Intelligence” - Apogeo, Milano 25 Korper S., Ellis J. (2000) “Il Libro del commercio elettronico” - Apogeo, Milano

Anteprima della Tesi di Andrea Pirroni

Anteprima della tesi: Comunicazione e promozione di Marketing nell'era digitale, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Pirroni Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14598 click dal 01/09/2004.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.