Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Capitale umano e crescita economica. Il caso della Spagna nel periodo 1970-2000.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Capitolo 1 IL CAPITALE UMANO NELLA TEORIA DELLA CRESCITA 1.1 Le teorie della crescita Nell’ambito della disciplina macroeconomica, la crescita economica ha sempre rappresentato uno degli argomenti fondamentali e più discussi. Da Adam Smith in poi i maggiori economisti si sono domandati quali siano i fattori determinanti per il processo di crescita all’interno di un paese e quali gli elementi in grado di garantire che questa sia persistente e duratura. Tentando di giungere alla risoluzione delle problematiche ad essa connesse, molteplici sono state le risposte e le teorie presentate. Formalizzare una teoria in grado di spiegare l’evoluzione di un sentiero di crescita economica rappresenta un lavoro alquanto arduo dal momento che si tratta di capire ed esplicitare il meccanismo attraverso il quale un sistema economico si sviluppa. Questo è il motivo per il quale si sono formate diverse scuole di pensiero, ognuna delle quali ha presentato una propria teoria della crescita e anche all’interno di una stessa dottrina, troviamo molteplici e differenti contributi che si propongono di spiegare i diversi aspetti della crescita partendo da premesse simili.

Anteprima della Tesi di Alessandro Salviato

Anteprima della tesi: Capitale umano e crescita economica. Il caso della Spagna nel periodo 1970-2000., Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Salviato Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8300 click dal 08/09/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.