Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Heidegger e l'abitare poetico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 fatto che nel pensiero l’Essere viene la linguaggio. Il linguaggio è la casa dell’Essere. Nella dimora data dal linguaggio abita l’uomo. I pensatori e i poe- ti sono i custodi di questa dimora. Il loro vegliare è il compimento della mani- festabilità dell’Essere, in quanto essi, mediante il loro dire, la conducono al linguaggio e la custodiscono in esso. Non è che il pensiero si fa azione solo in quanto da lui scaturisce un effetto o in quanto è applicato. Il pensiero agisce in quanto pensa. Questo agire probabilmente è il più semplice e nello stesso tem- po il più alto, perché riguarda la relazione dell’Essere all’uomo. Ma ogni ope- rare poggia sull’Essere e si volge all’essente. Il pensiero al contrario si lascia reclamare dall’Essere [in den Anspruch nehmen] per dire la verità dell’Essere. Il pensiero compie questo lasciare.» 8 Che il pensiero, in quanto Dichtung, sia l’instaurazione (o la «fondazione», come potremmo anche tradurre la parola Stiftung 9 ) della verità, non significa, dunque, che esso crea, per così dire, la verità, bensì che esso porta a compimento (nel senso che abbiamo appena vi- sto) la manifestabilità dell’Essere. La verità, infatti, è la manifestabilità dell’Essere. 10 Se riflettiamo attentamente sulle parole di Heidegger, comprendiamo che anche il linguaggio è poesia in senso essenziale: «Il linguaggio non è soltanto e in primo luogo l’espressione orale e scritta di ciò che dev’essere comunicato. Esso non si limita a trasmettere in parole e frasi ciò che è già rivelato o nasco- sto, ma, per prima cosa, porta nell’A p e r t o l’ente in quanto ente.» 11 8 Brief über den Humanismus, trad. cit., p. 75. 9 Anche la parola «fondazione» (cfr., la nota 2 del capitolo I Quattro) risplenderà nel- la sua (nulla) luce alla fine del nostro cammino. 10 Per il significato compiuto di «verità» rimandiamo, qui, al capitolo La questione della tecnica. 11 Holzwege, trad. cit., p. 57. Lo spaziato è nostro.

Anteprima della Tesi di Gennaro Senatore

Anteprima della tesi: Heidegger e l'abitare poetico, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Gennaro Senatore Contatta »

Composta da 157 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6226 click dal 08/09/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.