Skip to content

Un artista ferrarese a Trieste: Giovanni Pagliarini

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 capacità ritrattistica del maestro: l’infinita pazienza dimostrata da Politi nello studio di chi gli sta di fronte – si tratti del Canova o di se stesso – sarà all’origine dell’estenuante cura prodigata da Pagliarini nella resa dei protagonisti di tutti i suoi dipinti. Nel periodo della sua permanenza a Venezia, durata fino al 1833, il giovane studente ebbe probabilmente come compagni di studi alcuni autori che, come lui, seppero alternare l’attività di ritrattisti a quella di pittori di storia 46 . Tra questi spiccano l’austriaco Karl Blaas 47 , giunto a Venezia nel 1832 e attivo anche a Trieste nella seconda metà del secolo; Paolo Fabris 48 , fratello del più celebre Placido, che si dedicò prevalentemente alla copia di opere tizianesche e all’attività di restauratore; Filippo Giuseppini 49 , che il ferrarese ritroverà poi a Udine; e Antonio Zona, 50 autore di imponenti opere storiche e presente anche sul mercato triestino negli anni ’40. Negli anni trascorsi a Venezia Pagliarini si dedicò al tradizionale cursus del pittore storico, comprendente i corsi di Ornato, Elementi di figura, Architettura, Prospettiva, Statuaria. 51 I successi nei suoi studi sono testimoniati dalla lettera indirizzata nel 1833 al Gonfaloniere di Ferrara Antonio Avogli per informarlo della recente vittoria del primo premio per il nudo in dipinto, riportata anche nei Discorsi letti nell’I. R. Accademia di Belle Arti di quell’ anno. 52 La felice circostanza, unita al matrimonio con la di poco più giovane Antonia Tagliapietra, 53 metteva il pittore nella crescente necessità di ricevere degli aiuti economici da parte dei concittadini. Nelle sue lettere, ai ringraziamenti per le sovvenzioni ottenute, Pagliarini faceva sempre seguire nuove richieste di denaro accompagnate dalle rassicurazioni sui successi ottenuti cui seguiva la dichiarazione dei progetti per il futuro. 46 Scorrendo i Discorsi letti nella I. R. Accademia di Belle Arti in Venezia degli anni 1828 – 1834 troviamo fra gli studenti premiati Francesco Antonibon, Karl Blaas, Paolo e Domenico Fabris, Leonardo Gavagnin, Filippo Giuseppini (uno dei più premiati), Pietro Nordio e Antonio Zona. A questi vanno aggiunti artisti triestini come Gaetano Merlato, Nicolò Pertsch, Vincenzo Poiret che forse, stringendo amicizia con Pagliarini, lo informarono delle prospettive artistiche che si stavano aprendo a Trieste. Forse l’artista ferrarese si ricordò di queste notizie quando fu costretto ad abbandonare Vienna. (cfr. infra). 47 PREGNOLATO 2002, pp. 652 – 653. 48 DE GRASSI (1) 2002, pp. 718 - 719. 49 GRANSINIGH 2002, p. 740. 50 LUGATO 2002, pp. 853 – 854. Compagni di Pagliarini furono probabilmente anche Francesco Antonibon (BROTTO PASTEGA 2002, pp. 633 – 634), Giovanni Andrea Darif (GRANSINIGH 2002, pp. 707 – 708), Francesco Facci Negrati, (BROTTO PASTEGA 2002, pp. 719 – 720), Leonardo Gavagnin (PREGNOLATO 2002, pp. 733 –734) e Pietro Nordio (DE GRASSI (1) 2002, pp. 778 – 779). 51 ASCFe, Stato dimostrante i documenti degli aspiranti alla cattedra di Pittura e Nudo nel Civico Ateneo di Ferrara, Pubblica istituzione. Pinacoteca Belle Arti b. 11, f. 17 documento rinvenuto sulla base di SCARDINO 1995, p. 120. 52 ASCFe, Popolazione sec. XIX, b. 151 n. 478, documento rinvenuto sulla base di SCARDINO 1995, p. 120; Discorsi letti nell’I. R. Accademia di Belle Arti in Venezia 1833, p. 72. Nella stessa classe di concorso Vincenzo Poiret ottenne il primo accessit; la conoscenza fra i due artisti sarà significativa per la litografia del Ballo di Mandriani; cfr. scheda relativa. 53 ASCFe, Popolazione sec. XIX, b. 151 n. 1862/1592, documento rinvenuto sulla base di SCARDINO 1995, p. 120. Antonia Tagliapietra era forse imparentata con il pittore veneziano Tranquillo con cui Pagliarini avrà modo di esporre una volta rientrato a Ferrara nel 1872 e nel 1875 ; cfr. SCARDINO 2003, p. 40.
Anteprima della tesi: Un artista ferrarese a Trieste: Giovanni Pagliarini, Pagina 10

Preview dalla tesi:

Un artista ferrarese a Trieste: Giovanni Pagliarini

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Eliana Mogorovich
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Massimo De Grassi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 216

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ottocento
pagliarini
pirano
pittura ferrarese
ritrattistica
trieste
udine

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi