Skip to content

Un artista ferrarese a Trieste: Giovanni Pagliarini

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Presidente dell’istituzione lagunare, cercò comunque di aiutare il giovane e promettente artista. A lui si rivolse infatti il Municipio di Ferrara per sapere se l’abilità di Pagliarini fosse tale da giustificare la concessione del sussidio da lui richiesto nel maggio del 1830 per sostenere le crescenti spese cui doveva far fronte 31 . Del positivo giudizio espresso da Cicognara si trova traccia in un documento datato alla primavera del 1831 nel quale si fa riferimento ai saggi prodotti dal giovane artista per l’esposizione ferrarese dell’anno precedente tenutasi nell’ex chiesa di Santa Margherita. 32 Fra le opere presentate spiccava la Fede, copia del quadro di Tiziano conservato nel Palazzo Ducale che il giovane aveva già avuto modo di esporre nella città lagunare. Il dipinto fu la prova tangibile dei progressi di Pagliarini, lodato per «diligenza di disegno, buon impasto nel colorito, ed attenzione nella esecuzione», qualità che comunque non erano in grado di mascherare l’irregolarità di contorni e proporzioni. I difetti riscontrati, attribuibili essenzialmente all’altezza del modello, non impedirono al volenteroso studente di ottenere nuovi sussidi da parte di notabili ferraresi spesso rimasti nell’anonimato: è questo il caso dell’«Illustrissimo Signore» cui l’aspirante artista si rivolge con una lettera inviata da Venezia il 20 dicembre 1830. 33 Nella missiva Pagliarini fa riferimento alla colletta che dovrebbe permettergli di «mantenersi ed istruirsi nella difficil’arte della Pittura per anni cinque» ma che, non avendo ancora raggiunto l’intera somma prestabilita, lo costringe a chiedere un’ulteriore sovvenzione. Come garanzia dei suoi buoni propositi, oltre alla particolare raccomandazione di Boari e al ricordo della positiva accoglienza ricevuta dalla copia della Fede di Tiziano, l’artista si impegnava ad eseguire un quadro che sarebbe stato estratto a sorte annualmente fra i suoi benefattori. 34 Oltre ad essere una sicura prova delle doti e della serietà d’impegno costantemente garantita da Pagliarini ai suoi concittadini, questa testimonianza rivela anche come anche una volta entrato nell’Accademia veneziana, l’artista venisse educato alla copia dei maestri del Rinascimento. A questo tipo di formazione gli studenti della città lagunare vennero avviati dall’intelligente preveggenza di Teodoro Matteini, chiamato da 31 ASCFe, Popolazione Sec. XIX, b. 151, n. 790, documento rinvenuto sulla base di SCARDINO 1995, p. 120.; inoltre, cfr. E. CECCON, ibidem. 32 ASCFe, Popolazione Sec. XIX, b. 151, n. 780,documento rinvenuto sulla base di SCARDINO 1995, p. 120. 33 La lettera, appartenente all’archivio privato del rag. Virgilio Ferrari, mi è stata gentilmente messa a disposizione dal dott. Scardino; cfr. appendice documentaria. Lo studioso ferrarese avanza l’ipotesi che lo sconosciuto benefattore sia da identificarsi con il conte Cosimo Masi. Cfr. SCARDINO 1982, pp. 83 - 84. 34 Il mancato reperimento del catalogo dell’esposizione del 1832 impedisce di confermare questa notizia. Stando invece all’ Elenco delle opere d’arte esposte nell’I. R. Accademia delle Belle Arti risalirebbe al 1832 Pagliarini l’esposizione della «Copia all’olio dell’Assunta di Tiziano». (1832, p. 12)
Anteprima della tesi: Un artista ferrarese a Trieste: Giovanni Pagliarini, Pagina 7

Preview dalla tesi:

Un artista ferrarese a Trieste: Giovanni Pagliarini

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Eliana Mogorovich
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Massimo De Grassi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 216

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ottocento
pagliarini
pirano
pittura ferrarese
ritrattistica
trieste
udine

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi