Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalle subculture alle idioculture

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 coinvolgimento con altre persone e ai suoi bisogni materiali. Ciò implica che la sua ragion pratica ha un fondamento culturale, ma che quando attinge da significati già esistenti, le forme di questi possono variare e cambiare. I significati vengono, perciò, utilizzati come attrezzi ed esiste un forte fattore di rilevanza e intenzionalità nel modo in cui vengono usati. La prospettiva, allora, è lo strumento che organizza l’attenzione e l’interpretazione che un individuo dà al significato trasportato all’esterno, così come alla propria produzione di tale significato, deliberata o spontanea. Accumulando e organizzando l’esperienza, la prospettiva procede generalizzandola per rispondere sempre meglio a nuove esperienze e a nuove richieste di azione; essa diventa un paradigma personale e alimenta certi modi di pensare. Consciamente o meno, si creano stili preferiti nel gestire i significati. La formazione di una diversa sensibilità è la conseguenza di un’esposizione diseguale e di un’acquisizione di competenza in sistemi differenziati di simboli all’interno del flusso culturale. Si creano così interessi che guidano l’attiva gestione del significato nelle relazioni sociali. Insieme alle prospettive, però, si muovono anche gli orizzonti (nel senso della portata), in quanto le persone, specialmente oggi, possono vedere più o meno lontano. C’è, si sa, chi si confronta abitualmente soltanto con un numero limitato di idee, tratte da qualche fonte presente nel flusso culturale “globale” che attraversa la società; e da un ampio mondo di significati, queste persone si ritagliano qualcosa di piccolo, di solo loro. Ma ci sono anche coloro che, grazie alle proprie idee, sono coinvolti, in maggior o minor misura, con una parte di mondo molto più ampia: le loro idee sono di più tipi e provengono, direttamente o indirettamente, da più fonti. Oltre a tutto ciò, le prospettive sono anche prospettive verso ulteriori prospettive. Infatti, che lo si voglia o meno, nei contatti con le altre persone si prendono in considerazione le opinioni altrui, mentre queste si stanno ancora formando. Quindi, in quanto organizzazione sociale del significato, la cultura può essere vista come una serie di interconnessioni estremamente

Anteprima della Tesi di Sabina Moscati

Anteprima della tesi: Dalle subculture alle idioculture, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Sabina Moscati Contatta »

Composta da 256 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4978 click dal 10/09/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.