Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Montagna del Sole: proposte per la destagionalizzazione del turismo e la valorizzazione del promontorio del Gargano

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 Infine si trova la lettura dei risultati conseguiti nel precedente periodo di programmazione 1994- 1999, condotta attraverso i tre aspetti fondamentali della strategia del programma, dell’attuazione (risultati finanziari e fisici) e della gestione (criticità e aspetti procedurali), sulla base del lavoro di valutazione svolto dal valutatore indipendente del POP Puglia 1994-99. La Regione Puglia ha impostato, in sede programmatica (POP 1994-1999), un piano tendente a perseguire tre obiettivi strategici: • riduzione delle diseconomie che incidono sul rendimento del sistema Puglia, attraverso azioni volte al miglioramento dell’efficienza della pubblica amministrazione e alla promozione del partenariato tra pubblico e privato; • ampliamento della base produttiva ed occupazionale attraverso azioni finalizzate all’aumento della produttività e alla diffusione dell’innovazione nelle filiere agroalimentari e agroindustriali delle PMI 3 , del turismo e dei servizi pubblici; • contenimento degli squilibri territoriali perseguito incrementando gli investimenti nelle aree deboli e cercando di realizzare uniformi standards minimi di servizi pubblici. Prima dell’avvio del programma è stata, quindi, approvata dal governo regionale una ripartizione territoriale delle risorse programmate, sia per le infrastrutture che per gli incentivi, al fine di consentire un equilibrato sviluppo attraverso la valorizzazione delle specifiche potenzialità. Il POP si è articolato, quindi, in 17 sottoprogrammi e 66 misure. Infine è esposta l'analisi dei risultati conseguiti, nel periodo di programmazione 1994-1999, dalle Sovvenzioni Globali (S.G.), strumento che fa parte del Quadro Comunitario di Sostegno (Q.C.S.), e che ha previsto interventi mirati al sostegno delle aree di crisi di Brindisi, Manfredonia e Taranto. La struttura della S.G. doveva rispondere alle esigenze di reindustrializzazione delle aree interessate, di sviluppo del tessuto imprenditoriale e di riconversione dei poli produttivi in disuso con un approccio integrato. Le iniziative programmate hanno inteso rispondere non solo ad una esigenza di carattere finanziario ma anche alle necessità correlate alla nascita e allo sviluppo di una iniziativa imprenditoriale endogena. La strategia di sviluppo La strategia di sviluppo del Programma si basa sulla valutazione degli elementi forniti dall'analisi esposta nella prima parte del documento; in seconda battuta si dà avvio ad un lavoro di concertazione fra governo regionale, enti locali e rappresentanti delle esigenze imprenditoriali ed economiche del territorio regionale. 3 Piccole e Medie Imprese

Anteprima della Tesi di Rossella Calabrese

Anteprima della tesi: La Montagna del Sole: proposte per la destagionalizzazione del turismo e la valorizzazione del promontorio del Gargano, Pagina 16

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Rossella Calabrese Contatta »

Composta da 293 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3591 click dal 21/09/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.