Skip to content

I sistemi informativi a supporto della gestione della conoscenza negli enti di ricerca: il caso ENEA

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
L’evoluzione delle teorie Knowledge based 10 Le teorie manageriali 17 , infatti, si distinguono dalle economiche proprio per l’attenzione alle suddette pratiche di management che non per lo studio rivolto alla costruzione di modelli astratti. Nella letteratura manageriale possiamo distinguere, riguardo allo studio della conoscenza, due distinte linee di sviluppo: • Un orientamento “scientista" che grazie all’operato d’economisti come Taylor e Simon si è evoluto fino a configurare l’attuale interesse per la scientifizzazione della strategia; Il “management scientifico”, fondato sui principi del taylorismo sviluppati da Frederick Winslow Taylor 18 , comportò una profonda razionalizzazione dell'attività produttiva, che fu basata sulla netta separazione tra comando (progettazione e organizzazione) ed esecuzione. 17 L’evolversi delle teorie manageriali in realtà può essere sintetizzata come una sequenza di controversie tra i due orientamenti ed un difficile tentativo di sintesi evolutosi con scarsi risultati. L’orientamento teorico in questione è stato un tentativo di formalizzare le esperienze e le abilità tacite dei lavoratori traducendole in conoscenza oggettiva e scientifica. Esso però non è riuscito a vedere l’importanza delle esperienze e delle valutazioni dei lavoratori come fonte di nuove conoscenze, e di conseguenza ha posto il processo innovativo a carico dei soli manager, appesantendoli di un gran fardello consistente nella creazione, classificazione, codificazione in regole e formule della conoscenza e di un processo di controllo quotidiano della sua applicazione. Sin dalla metà degli anni ottanta tutti gli studi sul management hanno evidenziato l’importanza della conoscenza nella società e nelle organizzazioni del futuro. La “knowledge society” e “la sfida produttiva per un lavoro di conoscenza” di Peter Drucker, la definizione di “learning organization” di Peter Senge, il “”management di quinta generazione” di Gharles Savane, la concezione di James Brian Quinn di “Impresa intelligente”, il modello di “azienda virtuale” proposto da Davidoff e Malone e la gestione innovativa basata sella “curva a S” sostenuta da Richard Foster; sono solo pochi esempi della letteratura che la teoria manageriale ed organizzativa ha realizzato. 18 Taylor, Frederick Winslow (Germantown, Pennsylvania 1856 - Philadelphia 1915), ingegnere industriale statunitense, considerato il fondatore del metodo dell'organizzazione scientifica del lavoro da cui nasce una vera e propria corrente di pensiero che prende, appunto, il nome di taylorismo. Attivo fin dal 1878 nel settore siderurgico, prima come dirigente e poi come consulente, Taylor si dedicò agli studi concernenti la misurazione della produttività industriale, sviluppando dei sistemi complessi in grado di ottimizzare il ciclo produttivo e di incrementare la produttività sfruttando pienamente le potenzialità della forza lavoro e dei macchinari. Alla base di tali sistemi di riorganizzazione del lavoro, vi furono i suoi "studi sul tempo e sul movimento", un contributo determinante nell'individuazione dei metodi più efficaci per ottenere la massima prestazione nel minor tempo possibile. Nel 1898 fu scopritore del processo poi denominato Taylor-White, un metodo per rinvenire l'acciaio. Consulente di diverse società, Taylor pubblicò le teorie sulla gestione delle imprese nel libro Criteri scientifici di organizzazione e direzione aziendale (1911).
Anteprima della tesi: I sistemi informativi a supporto della gestione della conoscenza negli enti di ricerca: il caso ENEA, Pagina 15

Preview dalla tesi:

I sistemi informativi a supporto della gestione della conoscenza negli enti di ricerca: il caso ENEA

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gennaro Amato
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Marcello Martinez
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 300

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

enea
enti di ricerca
gestione della conoscenza
knowledge management
minotauro
riforma epr
riforma moratti
struttura organizzativa enti di ricerca

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi