Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le servitù atipiche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Sull’onda di questa riforma anche il legislatore italiano del 1865 optò per il principio romanistico del numerus clausus dei diritti reali. Giova ricordare come nell’attuale disciplina del Codice Civile del 1942 parte della dottrina civilistica continua ancora ad essere favorevole a tale principio di origine romanistica, adducendo una serie di argomentazioni sicuramente valide; d’altro canto c’è anche chi sottolinea come l’incessante dinamismo dei rapporti economico-sociali dell’ultimo secolo abbia bisogno di schemi tipici (numerus clausus), ma ha anche bisogno di adeguare il contenuto degli accordi negoziali alle esigenze dei privati (“atipicità”) 3 . 3 Per la differenza tra il principio del numerus clausus e il principio della “tipicità dei diritti reali” si rimanda ai § 5 e ss.

Anteprima della Tesi di Daniele Grunieri

Anteprima della tesi: Le servitù atipiche, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Daniele Grunieri Contatta »

Composta da 155 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2778 click dal 17/09/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.