Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I procedimenti e gli istituti finalizzati allo sviluppo economico: i patti territoriali e i PIT

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 uno Stato che per vari decenni continuò ad affidarsi al personale piemontese. L’istituzione del prefetto, del funzionario incaricato di rappresentare il governo nelle diverse province, simboleggiò il carattere accentato che si volle dare allo Stato>>. 3 La mancanza di un’adeguata classe dirigente nelle regioni meridionali fece il resto: l’istituzione delle Regioni, infatti, avrebbe dato alla vecchia classe dirigente borbonica la possibilità di continuare a governare la vita locale del Mezzogiorno in modo arbitrario e corrotto, perpetuando quel sistema amministrativo illiberale che invece il nuovo Stato liberale si prefiggeva di abbattere. L’esistenza, dunque, di un Paese così diverso nelle sue componenti geografiche e, per quanto riguarda il Sud, ancora da pacificare, visto che era rimasto pressoché estraneo al movimento del Risorgimento, fu all’origine di quella stretta accentratrice avutasi nell’ottobre 1861 e sancita dalla legge di unificazione amministrativa del marzo 1865. Infatti il riconoscimento dell’ordinamento locale (Province, circondari, mandamenti e Comuni) e della sua autonomia (elezione dei consiglieri, attribuzioni alle deputazioni provinciale di poteri prima spettanti al Governatore) è stato effettuato dalla legge comunale e provinciale del 20.3.1865 n.2248 Allegato A, che a sua 3 A opinione di un grande meridionalista come G.Salvemini <> in Scritti sulla questione meridione 1866-1955, Feltrinelli, 1955, pag. 68.

Anteprima della Tesi di Mario Aspromonte

Anteprima della tesi: I procedimenti e gli istituti finalizzati allo sviluppo economico: i patti territoriali e i PIT, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Mario Aspromonte Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2476 click dal 19/10/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.