Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I procedimenti e gli istituti finalizzati allo sviluppo economico: i patti territoriali e i PIT

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 pubbliche per la produzione di beni a prezzi politici, si rivela fatale, perché si condanna il Mezzogiorno alla sussistenza, non mettendolo in grado di sviluppare quel senso di partecipazione di organizzazione e di progettualità, indispensabile per qualsiasi tipo politica di sviluppo economico. Si tenta di porre rimedio a queste disfunzioni limitando la programmazione agli ambiti settoriali, allargandone l’ambito di decisione alle organizzazioni degli interessi, si tenta di coinvolgere nella progettazione degli interventi le esigenze del territorio così come espresse dagli enti locali. Anche questo tentativo fallisce perché si tenta di mantenere ferma la vecchia matrice centralistica cercando solo il consenso della società civile,imponendole gli interventi; il tentativo di ribaltare la logica della programmazione,che non scende più dall’alto ma si costruisce a partire dagli enti locali, mette in tutta evidenza il drammatico stato della pubblica amministrazione, incapace di raccogliere i bisogni del territorio e di trasformarli in progetti di sviluppo. Questo modello entra in crisi anche grazie alle nuove politiche strutturali intraprese dalla Comunità europea a seguito dell’Atto Unico Europeo del 1986 (che porterà alla riforma dei Fondi strutturali del 1988) e del Trattato di Maastricht (che riconoscerà la coesione economica-sociale quale terzo pilastro dell’Unione Europea, accanto al Mercato Unico e all’Unione Monetaria). L’esigenza di creare un mercato unico europeo concorrenziale; l’esigenza di far fronte alla globalizzazione rilanciando la

Anteprima della Tesi di Mario Aspromonte

Anteprima della tesi: I procedimenti e gli istituti finalizzati allo sviluppo economico: i patti territoriali e i PIT, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Mario Aspromonte Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2476 click dal 19/10/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.