Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I procedimenti e gli istituti finalizzati allo sviluppo economico: i patti territoriali e i PIT

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 competitività delle imprese di piccola e media dimensione;l’esigenza di evitare che queste politiche possano avvantaggiare le sole zone d’Europa già sviluppate,allungando così il divario con quelle ancora sottosviluppate,portano l’UE a porre in essere un’apposita politica di riequilibrio territoriale tra le diverse aree europee. Da subito è, però, forte la consapevolezza che l’efficacia dei risultati di questa politica è legata ad una “nuova programmazione” che veda partecipare allo sviluppo economico tutte le articolazioni istituzionali,ciascuno con propri compiti,ma localizzando prevalentemente a livello più basso della catena le responsabilità di elaborazione degli interventi. Si tratta di un modello di sviluppo dal basso (cd. botton-up), incentrato prevalentemente sulle PMI (la cui aggregazione ha rilevanti effetti “microeconomici” sul versante dell’ aumento della produttività e della riduzione dei costi di produzione), sulla cooperazione pubblico-privato (attraverso una scelta degli interventi non più unilaterali e autoritativi, ma consensuali: la cd. programmazione negoziata), sulla concentrazione degli interventi intorno a poche (ma, decisive) strategie di sviluppo (attraverso strumenti innovativi come i Patti territoriali o i PIT), ma soprattutto su una forte capacità di azione degli enti locali, che vanno messi in condizione di poter “leggere” le esigenze di sviluppo del territorio e di poterle concretizzare con progetti, risorse e strumenti propri. Questa nuova strategia dello sviluppo dal basso, ha portato ad uno sconvolgimento dell’assetto dei poteri amministrativi che sono stati

Anteprima della Tesi di Mario Aspromonte

Anteprima della tesi: I procedimenti e gli istituti finalizzati allo sviluppo economico: i patti territoriali e i PIT, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Mario Aspromonte Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2476 click dal 19/10/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.