Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Museo Querini Stampalia da galleria patrizia a macchina della memoria. Appunti per una storia, 1869- 2004

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 Palazzo Querini Stampalia a Santa Maria Formosa La secolare vicenda della fabbrica queriniana avviata a Santa Maria Formosa fin dal Medioevo, risulta meglio documentata a partire dai primi anni del Cinquecento. Giulio Lorenzetti ipotizzò per primo che la costruzione del palazzo fosse da mettere in relazione con le nozze tra Francesco Querini e Paola Priuli, occasione anche dei ritratti commissionati a Palma il Vecchio; conseguentemente a ciò propose la datazione per gli anni intorno al 1528. Tuttavia in un documento del 1514, Michele Salomon lamenta il fatto che la costruzione di un muro da parte dei Querini toglieva luce e dunque valore alle case di sua proprietà, fatto per cui si dovrebbero ricercare in precedenti l’inizio della vicenda immobiliare della famiglia 4 . A sostegno di questa datazione anticipata, esistono altri due documenti che riguardano l’uno l’acquisto e l’altro i lavori di sistemazione di un basso edificio prospiciente il rio di Santa Maria Formosa da parte di Nicolò Querini che sembra perciò accingersi proprio in quegli anni alla costruzione del Palazzo. Il definitivo trasferimento della famiglia avvenne, comunque, sicuramente prima del 1522, data a partire dalla quale siamo informati per circa un trentennio delle spese fatte per la casa, attraverso il registro della contabilità di Francesco Querini 5 Al Libro di spese di Francesco si devono, inoltre, alcune notizie interessanti su commissioni ed esecuzioni: nel 1515 – 1528 sono appunto registrate le spese per i lavori di ampliamento, riparazione e abbellimento del palazzo, nel 1525 la recita, organizzata per il matrimonio di una Querini, della Commedia Orba di Cherea 4 E. Concina, Ca’ Querini Stampalia, in I Querini Stampalia un ritratto di famiglia nel Settecento veneziano, a cura di G. Busetto e M. Gambier, Venezia 1987, p. 97 5 APQS, busta IV, f.2, Registro di spese di Francesco Querini di Zuanne, Da 1553, 1 marzo a 1553, 31 agosto

Anteprima della Tesi di Paola Francesca Tabusso

Anteprima della tesi: Il Museo Querini Stampalia da galleria patrizia a macchina della memoria. Appunti per una storia, 1869- 2004, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Paola Francesca Tabusso Contatta »

Composta da 258 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 890 click dal 16/09/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.