Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La flessibilità nel concetto di sé e del mondo come alternativa al disturbo da stress post-traumatico secondo la teoria cognitivo-comportamentale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

- Silvia Bellisari - 12 1.2.1. Il trauma come perdita della base sicura: il modello di Bowlby Il comportamento di attaccamento si può definire come un comportamento finalizzato alla ricerca e al mantenimento della vicinanza ad un altro individuo significativo. La figura di accudimento svolge la funzione di “base sicura” a cui ritornare dopo aver esplorato l’ambiente. Se il bambino sperimenta un evento che provoca una stimolazione di intensità elevata attiva rapidamente un comportamento di attaccamento (Bowlby, 1992a, 399-402; Holmes, 1994, 72). Van der Kolk (cit. in Zulueta, 1999, 207), in linea con questa impostazione, afferma che la forma di trauma psicologico più precoce, e forse più dannosa, è proprio la perdita di una base sicura. Lo stesso Bowlby (1992b, 18) trattò il tema del trauma del distacco affermando che la perdita di una persona amata è una delle esperienze più intensamente dolorose che si possano provare. La reazione tipica di un bambino che è stato separato dalla madre è di protesta: egli si sforza di recuperare la madre perduta. Successivamente subentra la disperazione. Nel bambino non diminuisce il desiderio di ricongiungersi alla madre, ma svanisce la speranza che questo avvenga. Infine diventa apatico e chiuso in sé (Bowlby, 1992c, 20). Se ricongiunto alla madre, egli presenta un comportamento difensivo che consiste in una reazione di distacco, cioè di totale assenza di comportamento di attaccamento (Bowlby, 1992c, 32). Nel caso in cui l’individuo avverta la minaccia di una separazione, attiva un sistema difensivo centrato sull’angoscia, cioè su un miscuglio di sentimenti di preoccupazione, tensione e rabbia. Se la perdita della figura significativa è permanente, si ha una reazione di lutto caratterizzata da una fase iniziale di torpore a cui segue un momento di rabbia e di ricerca della madre. La conclusione del lavoro del lutto è data o dalla disorganizzazione o da una nuova riorganizzazione (Bowlby, 1992a, 45-53; Holmes, 1994, 94-100). Bowlby (cit. in Holmes, 1994, 100) era convinto che molti problemi psichiatrici fossero dovuti a separazioni traumatiche avvenute in età precoce. La sua teoria è stata avvalorata da recenti scoperte psicofisiologiche, le quali sostengono che separazioni precoci possono produrre effetti durevoli sulla sensibilità dei recettori cerebrali, conducendo a livelli di angoscia permanentemente innalzati

Anteprima della Tesi di Silvia Bellisari

Anteprima della tesi: La flessibilità nel concetto di sé e del mondo come alternativa al disturbo da stress post-traumatico secondo la teoria cognitivo-comportamentale, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze dell'Educazione

Autore: Silvia Bellisari Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5731 click dal 17/09/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.