Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Concetti, similarità e teoria: verso il modello ibrido

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 condizioni necessarie e sufficienti. Inoltre, se riduciamo i concetti a definizioni, non siamo più in grado di comprendere fino a che punto le nostre capacità inferenziali – che non si riducono alle inferenze analitiche – abbiano un ruolo per la definizione e la comprensione concettuale: oltre ad esservi concetti che mancano di definizioni, possiamo avere concetti che ci permettono inferenze su altri concetti; inferenze induttive (e quindi non solo analitiche) che riguardano – come nell’esempio della definizione di ‘gioco’ in Wittgenstein (1953) – solo elementi minimi di una possibile definizione (per esempio: gioco è tutto ciò che vorrebbe essere divertente 10 ). Non sembra il caso di dilungarci oltre su questo versante; le osservazioni di Fodor (1998) sono convincenti e costituiscono una seconda batteria di argomenti per mostrare come la via definizionale ai concetti – sia essa sostenuta da una teoria piuttosto che da un’altra – non sia perseguibile. 10 Il condizionale mi sembra d’obbligo per indicare una situazione teorica: se avessi detto “gioco è tutto ciò che è divertente”, l’obiezione più semplice potrebbe essere: sto giocando ma non mi sto divertendo, quindi significa che non sto giocando?

Anteprima della Tesi di Luciano Celi

Anteprima della tesi: Concetti, similarità e teoria: verso il modello ibrido, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Filosofia

Autore: Luciano Celi Contatta »

Composta da 222 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1258 click dal 17/09/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.