Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

William James, filosofo della libertà

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1.1 La pedagogia di Henry James Sr. — figlio e padre Un pensiero senza tradizione sarebbe un pensiero che determinerebbe la chiusura nella soggettività, dunque la follia. — A. Del Noce Dite che sono un filosofo, dite che amo il mio prossimo, dite che sono un autore di libri, se vi piace; o, meglio ancora, dite che sono uno Studente. — H. James Sr. 1.1.1 Formazione e personalità di Henry James Sr. William James, come molti uomini del suo tempo, fu più figlio di suo padre che di sua madre; egli ebbe con Henry James Sr. un rapporto molto stretto che durò fino alla sua morte 1 . Henry James era un uomo molto colto, molto ricco e molto tormentato: nacque nel 1811, figlio di un immigrato irlandese che aveva fatto fortuna 2 , ed ebbe un’infanzia fondamentalmente felice, fino a quando, giocando a scuola (alla Alban Academy ) con delle palle incendiarie, non si ferì gravemente a una gamba; dovette subire due amputazioni sopra il ginocchio e rimase costretto a letto per due anni. Henry James fu dunque in qualche modo “obbligato” a diventare una persona particolare; l’incidente che lo aveva mutilato nel corpo rafforzò il suo spirito forte ed esuberante, rendendolo allo stesso tempo più sensibile e pensieroso 3 . 1 Quasi paradossalmente poi, William James si mostrerà più interessato al pensiero del padre dopo che questi morì. Un’occasione ‘esterna’ per un certo approfondimento del pensiero di Henry James fu il compito di curare l’edizione della sua opera postuma: H. James, The Literary Remains of the Late Henry James, a cura di W. James, Osgood, Boston 1884. 2 Una fortuna considerevole. William James Sr. infatti rappresenta più che degnamente il modello di Self Made Man americano; giunto dall’Irlanda nel 1896, in poco tempo riuscì a costruire un impero commerciale paragonabile a quello dei grandi miliardari della costa orientale degli Stati Uniti d’America. Molte biografie di James si soffermano a lungo sulla personalità e sulla vita di quest’uomo e per differenti ragioni: la prima è che William James Sr. fu colui che rese possibile a Henry James Sr. (e poi a William stesso) di condurre una vita più che agiata e di ottenere un’eccellente educazione, la seconda fu che William James Sr., sebbene non dedito in maniera particolare all’educazione dei suoi figli, intrattenne con Henry Sr. un rapporto molto stretto e sicuramente problematico, tanto che alcuni critici, tra cui il più noto e importante è, come vedremo nei prossimi capitoli, Howard Feinstein, fanno risalire al rapporto con il padre i problemi che poi sorgeranno nell’educazione e nella relazione di questo con i propri figli, in special modo William e Henry, il noto scrittore (1843 – 1916). Tutte le biografie dedicate a William James si occupano della figura del nonno William; Paul Jerome Croce, autore di un libro molto interessante sul rapporto fra scienza e religione nell’era di William James (Paul J. Croce, Science and Religion in the Era of William James; Eclipse of Cetainty. 1820-1880, The University of North Carolina, Chapell Hill-London 1995.) ha studiato a fondo la vita e l’influsso di William di Albany: P. J. Croce, Money and Morality; The Life and Legacy of the First William James , “New York History”, 68 (1987) pp. 174-190. 3 Questa grave mutilazione fisica ebbe delle conseguenze anche sull’atteggiamento che Henry Sr. terrà, durante tutta la vita, nei confronti della malattia fisica, sua e del suo prossimo. Gay Wilson Allen ipotizza che tutta la famiglia James venne influenzata da questo atteggiamento paterno, e cita a questo proposito lo “stoicismo” mostrato dalla sorella di William, Alice, di fronte alla propria malattia. Cfr. Gay Wilson Allen, William James; A Biography, Viking Press, New York 1967, p. 145.

Anteprima della Tesi di Federico Riva

Anteprima della tesi: William James, filosofo della libertà, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Federico Riva Contatta »

Composta da 510 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4306 click dal 21/09/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.