Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un protocollo MAC multicanale per reti wireless ad-hoc

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 Capitolo 2. Protocolli MAC per reti wireless wireless costituisce un fattore critico, che può essere tuttavia attenuato in particolari condizioni topologiche. Sarà interessante vedere come in CSMAC con l’ausilio di tecniche di clustering si riuscirà ad arginare il problema. 2.3 Bluetooth In questi ultimi anni numerose tipologie di device si sono dotate di una particolare tecnologia wireless per instaurare delle connessioni ad hoc: Bluetooth. Questo protocollo si distingue nella sua categoria per robustezza, consumo energetico limitato e soprattutto per costi ridot- ti. Queste caratteristiche sono giustificate dal fatto che si tratta di una tecnologia relativamente poco complessa che quindi riduce i costi sia d’implementazione che di gestione. Inoltre la sua portata limitata im- plica un impiego minimo di risorse energetiche. Intorno a Bluetooth si è sviluppato nel 1998 uno Special Interest Group (SIG) formato dalle più importanti esponenti dell’Information Technology come 3COM, Erics- son, Sony, Agere Systems e Microsoft con lo scopo di realizzare una spe- cifica opensource per standardizzare le comunicazioni tra periferiche di qualsiasi tipo. In figura 2.4 è descritto lo stack protocollare di Bluetooth. Ai fini di questa ricerca, si concentrerà l’attenzione sul livello Base- band che svolge il ruolo di controllore della risorsa radio e dei collegamenti tra i vari device. I moduli soprastanti offrono altri servizi come auten- ticazione, supporto al QoS, emulazione dell’RS-232 ed interfacciamento con protocolli tipo TCP, WAP, e simili. Solitamente in ambiente wireless ad hoc tutte le interfacce condivido- no lo stesso canale e in assenza di un coordinatore diventa assai complesso gestire in maniera distribuita gli accessi al mezzo limitando le collisioni. Il livello fisico di Bluetooth utilizza come tecnica di modulazione del segnale l’FHSS (Frequency Hopping Spread Spectrum) nella banda ISM (Industrial Scientifical and Medical) che va dai 2,4 GHz ai 2,483 GHz. In Bluetooth attraverso l’FHSS si suddivide la banda a disposizione in sottocanali da 1 MHz, per un totale di 79 sottocanali. Durante una trasmissione vengono effettuati dei cambi di frequenza da un sottocanale

Anteprima della Tesi di Stefano Massera

Anteprima della tesi: Un protocollo MAC multicanale per reti wireless ad-hoc, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Stefano Massera Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2187 click dal 17/09/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.