Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il mutuo ad interesse usurario

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Signorie, nell'Italia su cui esercitava una forte influenza la presenza del Papato, forse, a causa del fatto che l'Italia era, specialmente, a Firenze, Lucca, Venezia governata da oligarchie di mercanti - banchieri con un potere politico ed economico oltre i confini delle loro città; riuscivano a fare eleggere imperatori, concedevano credito ai Re e finanziavano la costituzione dei grandi regni nazionali. Il mercante - banchiere, da un lato, prestava alla massa dei poveri, dai quali era visto come un affamatore, dall'altro, era creditore del sovrano dal quale dipendeva protezione e tutela dei diritti, anche se quella che riceveva era solo quella minima in quanto al Re poteva essere utile indicare ai poveri, lo strozzino, il banchiere, come causa di sofferenza, e il prestito come fonte di miseria. La Chiesa, d'altro canto, aveva mantenuto il divieto nei confronti del credito ad interesse, ma, aveva più volte manifestato tolleranza de facto, e la sua posizione era ambigua trovandosi, verso la fine del Medioevo, fortemente indebitata: nel Trecento, a quanto pare, il Pontefice "perdeva", addirittura, il pastorale. 12 Per immaginare quale doveva essere la posizione in cui si trovava la Chiesa, sembra utile considerare l'aneddoto ricordato da Galgano. Intorno al Trecento, per un certo periodo, i fedeli vedevano il Papa privo del pastorale e i sudditi del re d'Inghilterra vedevano il sovrano privo 12 F.GALGANO Il rovescio del diritto. Parte II. Giuffrè editore, Pag.10

Anteprima della Tesi di Roberto Di Napoli

Anteprima della tesi: Il mutuo ad interesse usurario, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Roberto Di Napoli Contatta »

Composta da 161 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4472 click dal 20/09/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.