Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo delle Organizzazioni Non Governative nel sistema del Tribunale Penale Internazionale per i crimini commessi nel territorio dell'ex Jugoslavia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il ruolo delle ONG nel sistema del TPI per l’ex-Jugoslavia 4 il Procuratore inizi le indagini anche sulla base di notizie di reato provenienti da Governi ed Organizzazioni, le ONG non si sono limitate a denunciare all’Organo inquirente i crimini di cui erano a conoscenza, ma gli hanno presentato dei rapporti anche molto dettagliati su alcuni episodi meritevoli di attenzione, e gli hanno fornito, quando possibile, l’elenco delle vittime e dei testimoni che avrebbero potuto indicare ulteriori preziosi elementi al Prosecutor. Le ONG (molte delle quali operavano da tempo nei Balcani) si sono impegnate cioè ad organizzare delle missioni aventi come obbiettivo la ricerca delle prove degli avvenuti crimini. Poiché molte Organizzazioni Non Governative erano specializzate nella difesa dei Diritti Umani, più che nel lavoro investigativo proprio di un Pubblico Ministero, alcune relazioni da esse presentate si sono chiaramente dimostrate non adatte a sostenere, esse sole, un’accusa in giudizio, e sono state pertanto inevitabili ulteriori indagini dell’Ufficio Investigativo dell’Aja; altre inoltre, si sono rivelate totalmente inadatte perché imprecise e prive degli elementi minimi necessari per indicare una sicura pista su cui proseguire gli accertamenti. Ciononostante, il lavoro svolto dalle ONG è stato sicuramente autorevole e assolutamente utile ad assicurare una maggiore celerità nell’attività del Tribunale, tanto che gli stessi giudici dell’Aja hanno riconosciuto l’essenzialità della collaborazione delle ONG (che sono intervenute anche, su richiesta di parte o degli stessi giudici come esperti e a volte come testimoni). Nel sesto capitolo, infine, verrà analizzato l’ultimo tipo di apporto (informale, per la verità) fornito dalle ONG al Tribunale Penale Internazionale. Queste Associazioni di diritto privato si sono sempre preoccupate, infatti, di mantenere vivo l’interesse presso l’opinione pubblica per gli accadimenti internazionali. Ciò ha fatto sì che si instaurasse un clima politico favorevole per la creazione del Tribunale (poiché il comportamento della Comunità era costantemente osservato dalle ONG e, attraverso di esse, da tutta la Società Civile, che chiedeva di mettere fine alla guerra nell’ex-Jugoslavia), ed inoltre ha contribuito a che il Tribunale divenisse effettivamente operativo e non rimanesse un semplice progetto che aveva lo scopo di accontentare, solo formalmente, l’opinione pubblica e la stessa Comunità Internazionale.

Anteprima della Tesi di Georgia Bertagna Libera

Anteprima della tesi: Il ruolo delle Organizzazioni Non Governative nel sistema del Tribunale Penale Internazionale per i crimini commessi nel territorio dell'ex Jugoslavia, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Georgia Bertagna Libera Contatta »

Composta da 260 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3203 click dal 21/09/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.