Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La promozione della cultura museale on line

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 1.1.2 I Beni Culturali nell’Italia Repubblicana Il 1 gennaio 1948 è entrata in vigore la Costituzione Italiana e l’art. 9 17 ha attribuito allo Stato il pieno diritto e dovere, di tutelare il patrimonio artistico, storico e paesaggistico italiano, al fine di garantire la crescita civile e culturale dei cittadini. In considerazione della collocazione dell’art. 9 tra i principi fondamentali della Costituzione, la dottrina ha evidenziato come lo Stato italiano possa essere definito Stato di Cultura, in cui cioè gli organi di governo si devono impegnare per promuovere lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica e, attraverso di esse, la crescita dell’individuo. Non si può giungere, infatti, a nessun progresso sociale e umano senza crescita culturale. In seguito all’entrata in vigore della nuova Carta Costituzionale si passò dal valore artistico dei beni culturali, sancito nel 1939, ad una concezione che faceva riferimento al valore culturale del bene da tutelare; le cose di interesse storico - artistico furono viste non più come oggetti da conservare, ma come strumenti per l’elevazione culturale dei cittadini. L’abbandono della concezione puramente estetizzante a favore di una prevalentemente culturale impone l’uso di una nuova terminologia: infatti, la locuzione bene culturale si sostituì al complesso di espressioni che fino ad allora erano servite ad indicare le cose di interesse storico, archeologico e artistico. Più precisamente, l’espressione “beni culturali” emerse per la prima volta a livello internazionale il 14 maggio 1954 nell’art.1 della Convenzione dell’Aja per la protezione dei beni culturali in caso di conflitto armato. 17 Art.9 La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimoni storico e artistico della Nazione.

Anteprima della Tesi di Cristina Forti

Anteprima della tesi: La promozione della cultura museale on line, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cristina Forti Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5834 click dal 23/09/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.