Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le strategie dell'innovazione: e-learning. Un caso di studio.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I - L’apprendimento a distanza __________________________________________________________ 11 Della definizione data resta molto dibattuto il quinto punto. Infatti secondo la scuola di pensiero dominante la presenza del gruppo dei discenti è indispensabile (anche se in aule virtuali) perché si possa parlare di Fad e non di autoistruzione. Questa necessità deriverebbe da ragioni psicologico-motivazionali. Infatti uno studente isolato in un contesto di apprendimento a distanza potrebbe essere tentato di abbandonare il corso troppo poco interattivo e privo di stimoli derivanti dagli altri membri della comunità. Un’altra scuola di pensiero, in realtà poco accreditata, invece sostiene che basti la comunicazione a doppio binario per poter parlare in modo compiuto di Fad, ma obbiettivamente questo sembra troppo riduttivo per definire una così importante metodologia di apprendimento mentre molto più appropriata mi sembra la teoria secondo cui per parlare di Fad e non di autoapprendimento risulta indispensabile la presenza della comunità dei discenti. Vedremo nel seguito come questa comunità virtuale si formi e con quali mezzi si gestisca. Comunque lasciando per un attimo da parte le definizioni in merito di autoistruzione e di Fad , possiamo comunque dire che la radicale differenza tra le due metodologie risiede nell’impostazione data ai contenuti del corso. Nel caso di autoistruzione questi risultano altamente standardizzati e poco o per niente modificabili in base alle esigenze didattiche del corsista. Al contrario invece gli interventi di Fad mirano proprio a fornire ai corsisti strumenti “ritagliati su misura” in base alle loro esigenze e alle loro competenze di base.

Anteprima della Tesi di Roberto De Pietro

Anteprima della tesi: Le strategie dell'innovazione: e-learning. Un caso di studio., Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Roberto De Pietro Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3942 click dal 24/09/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.