Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Qualità ed usabilità dei siti Web

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Interaction (HCI). 3 Per andare incontro a queste nuove esigenze, da un lato vennero introdotte nella progettazione linee guida sul fattore umano, dall’altro vennero allestiti i primi laboratori di usabilità. Obiettivo principale di un laboratorio era quello di testare i prodotti con utenti potenziali, prima del lancio commerciale. 3. Fine anni Ottanta, inizio anni Novanta: la progettazione “a cascata” Questa fase inizia a partire dal sostanziale fallimento della fase precedente. Presto ci si accorse che non bastava la valutazione finale: le eventuali modifiche costavano troppo o arrivavano in ritardo. Iniziò, perciò, a farsi strada un approccio nuovo alla progettazione, definito a cascata, perché introduceva criteri di valutazione dell’usabilità in ogni fase del ciclo di sviluppo dei prodotti (ideazione, prototipazione, ingegnerizzazione e lancio) ed inoltre, integrava la fase di analisi dei requisiti con metodiche volte a migliorare l’individuazione dei bisogni degli utenti sia in termini di funzionalità effettivamente necessarie, che di usabilità. Vennero costituiti team interdisciplinari e questo pose problemi organizzativi di non facile soluzione. 4. Seconda metà degli anni Novanta: la progettazione partecipata L’idea di base di questo approccio, di scuola tipicamente nordeuropea, è che anche il miglior specialista di usabilità non può riuscire a dar conto delle conoscenze relative alle pratiche, alla cultura del lavoro, all’uso delle tecnologie dei diversi contesti lavorativi. Il modo stesso di utilizzare le tecnologie è influenzato dallo specifico contesto all’interno del quale le tecnologie si trovano e nessuno meglio degli utenti possiede una conoscenza situata che consente di decretare l’adeguatezza o 3 L’Iterazione Uomo Computer, è una disciplina che si occupa della progettazione, valutazione e realizzazione di sistemi interattivi basati su computer destinati all’uso umano e dello studio dei principali fenomeni che li circondano (http://www.acm.org/sighi/cdgi/).

Anteprima della Tesi di Marzia Carozza

Anteprima della tesi: Qualità ed usabilità dei siti Web, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marzia Carozza Contatta »

Composta da 229 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8248 click dal 28/09/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.