Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli uffici stampa delle pubbliche amministrazioni

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 riceve queste informazioni 9 . Informazione e comunicazione, dunque. Sono questi gli aspetti che a noi qui interessano. Merloni e Arena hanno evidenziato rispettivamente come informazione e comunicazione siano diventati per la pubblica amministrazione vere e proprie funzioni 10 . Ma informazione e comunicazione sono la stessa cosa? Le due facce di una stessa medaglia, oppure sono e devono essere due concetti totalmente distinti? Cercheremo di capirlo meglio nel paragrafo seguente. 1.1 Informazione e comunicazione, i due «estremi del pendolo» La maggior parte degli studiosi è concorde nel ritenere che i due concetti siano legati da un rapporto di continuità. Di tale opinione è Arena, che sottolinea come tra le due attività non possa esistere una rottura netta poiché informare e comunicare sono sì due attività distinte, ma esse “utilizzano la medesima «materia prima», cioè le informazioni: in entrambi i casi, infatti, ciò che circola da un soggetto all’altro sono informazioni ed è la finalità di tale circolazione di informazioni che cambiando determina il sorgere di un rapporto di informazione o di comunicazione” 11 . Lo studioso si rifà al significato letterale dei due termini per esemplificare la questione. Informare è per Arena il «dare forma», quindi plasmare, modellare secondo 9 Le attività di informazione a fini conoscitivi sono quelle strumentali alla assunzione di decisioni pubbliche; le attività di informazione destinate alla produzione di certezze, legali e notiziali, riguardano i casi in cui l’amministrazione adotta atti destinati a produrre certezze, sia a fini direttamente strumentali all’adozione di provvedimenti amministrativi, sia a fini non strumentali. La terza categoria, attività con finalità partecipativa e di garanzia, è finalizzata all’acquisizione di informazioni nel procedimento e alla messa a disposizione di informazioni sul procedimento.Per chiarimenti e approfondimenti si veda MERLONI F., Sull’emergere della funzione di informazione nelle pubbliche amministrazioni,pg.17 ss., in F.MERLONI(a cura di) L’informazione delle pubbliche amministrazioni, Rimini 2002. 10 Per la funzione di informazione si veda MERLONI F., L’informazione delle pubbliche amministrazioni, Rimini 2002 e per la funzione di comunicazione si faccia riferimento a ARENA G., La funzione pubblica di comunicazione, in G.ARENA (a cura di), La funzione di comunicazione nelle pubbliche amministrazioni, Rimini 2001 11 ARENA G., La funzione pubblica di comunicazione, cit. pg.46, in G:ARENA (a cura di), La funzione di comunicazione nelle pubbliche amministrazioni, Rimini 2001

Anteprima della Tesi di Stefania Pinna

Anteprima della tesi: Gli uffici stampa delle pubbliche amministrazioni, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Stefania Pinna Contatta »

Composta da 190 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3603 click dal 23/11/2005.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.