Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Caratterizzazione del comportamento all'impatto di un componente aeronautico realizzato in materiale composito

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 7 In particolare, il fine ultimo è quello di sostituire tre diversi componenti, attualmente in metallo, con parti in resina epossidica rinforzata con fibre di carbonio. E’ previsto, inoltre, che l’impiego di materiali avanzati sia accompagnato dall’utilizzo di tecnologie di fabbricazione innovative. I test articles scelti sono i seguenti:  Il pannello di copertura della deriva verticale (Figura 2), attualmente in lega d’alluminio (2024-T3), da realizzarsi mediante Resin Infusion (RI);  L’alettone (Figura 3), costituito al momento da un sandwich metallico, da ottenersi con la tecnica RTM (Resin Transfer Molding);  Il radome (Figura 4), attualmente costituito da un sandwich con superficie composita fibra di vetro/matrice epossidica e con interno in materiale fenolico (NOMEX), da realizzarsi in Filament Winding (FW). Per ciascuna delle tecnologie sopra menzionate, il CIRA ha il compito di effettuare le prove statiche (configurazioni 0°/90° trazione e compressione, ±45° trazione) necessarie alla caratterizzazione meccanica del materiale. Dopo di ciò è prevista una serie di test (trazione, compressione e impatto) su provini in cui il lay-up delle fibre coincide con quello indicato per la realizzazione dei componenti. In altre parole, si distinguono due obiettivi, rispettivamente a medio e lungo termine: il primo prevede la fabbricazione di campioni riproducenti la configurazione strutturale dell’oggetto finale; su di essi devono essere effettuate tutte le prove necessarie all’ottenimento dei parametri fondamentali per la progettazione. L’altro consiste nel fabbricare i componenti (il pannello, l’alettone ed il radome) nella loro forma definitiva, dopo che sia stata acquisita sufficiente dimestichezza nella produzione di materiali che soddisfino ai requisiti tecnici richiesti. * * * * Alla luce di quanto sin qui detto, il presente lavoro ha lo scopo di valutare, in base alle norme vigenti in campo aeronautico ed alle specifiche del progetto VITAS, le proprietà di resistenza all’impatto dello skin del pannello di deriva. La caratterizzazione è stata effettuata mediante ”drop-weight” tests, anche se l’intera campagna di prove si compone delle seguenti fasi: 1. Verifica dell’energia per il danno nominale; 2. Realizzazione del danno; 3. Determinazione della linea di base per la resistenza a compressione; 4. Verifica della resistenza residua a Compression-After-Impact.

Anteprima della Tesi di Massimo Lanna

Anteprima della tesi: Caratterizzazione del comportamento all'impatto di un componente aeronautico realizzato in materiale composito, Pagina 2

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Massimo Lanna Contatta »

Composta da 66 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1211 click dal 01/10/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.