Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Prove di incollaggio per legno lamellare di Robinia Pseudoacacia L. destinato all'impiego in ambiente esterno

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 che unisce gli aderendi (Figura 1.1). Tuttavia, sebbene alcuni adesivi forniscono adesione basandosi esclusivamente su questo meccanismo (colle termofusibili), ciò non giustifica l’ottima qualità dell’incollaggio che si ottiene in certi casi con super- fici perfettamente lisce come nel caso di accoppiamenti legno-alluminio o legno- ceramica. ξ Adesione specifica: E’dovuta alle forze intermolecolari (forze secondarie) come i legami a ponte idrogeno, le forze di Van der Waals ed i legami polari che, presi singolarmente sono deboli, ma, se presenti in gran numero, sono in grado di svilup- pare forze rilevanti (ureiche, fenoliche). E’ il fenomeno da cui, probabilmente, di- pendono gran parte dei fenomeni di adesione, infatti è questa la teoria più accettata. Il legno è un materiale polare (la proprietà è dovuta ai gruppi ossidrilici liberi della cellulosa) per cui, è ritenuto che, le sostanze adesive, per sviluppare forte aderenza, dovrebbero essere polari (Tsoumis, 1991). ξ Adesione chimica: Avviene grazie all’interazione dell’adesivo con il materiale da incollare e consiste nella formazione di legami di tipo covalente. Solo per alcuni ti- pi di adesivi tale meccanismo è ritenuto essenziale. Ad esempio, Bandel (1994) ri- ferisce che alcuni ricercatori hanno dimostrato che le resine urea formaldeide for- mano legami chimici con gli ossidrili della cellulosa. Il recente interesse verso l’uso delle colle poliuretaniche nella produzione di pannelli di legno è anche giustificato dal fatto che i gruppi isocianici formano, almeno in parte, legami covalenti con gli ossidrili della cellulosa (Pizzi, 1994). In ogni caso, si può ragionevolmente ritenere che, un po’ tutti i meccanismi visti in precedenza, in percentuale variabile a seconda del tipo di collante, contribuiscono all’adesione.

Anteprima della Tesi di Antonio Campani

Anteprima della tesi: Prove di incollaggio per legno lamellare di Robinia Pseudoacacia L. destinato all'impiego in ambiente esterno, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Antonio Campani Contatta »

Composta da 353 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7730 click dal 18/10/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.