Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'influsso di Corrado Giaquinto sulla pittura spagnola del XVIII secolo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 L’analisi del Settecento spagnolo pone la sua premessa nel 1970, in un articolo di Gaya Nuño 3 , nel quale stimava che la corrente rococò avesse avuto poca considerazione in Spagna, stemperata nel disturbo che le aveva comportato l’ultimo barocco spagnolo, a sua volta una genuina creazione nazionale a differenza dell’importato rococò. In quello che è stato lo scarso Rococò di matrice spagnola, a suo intendere, la pittura si era sviluppata, paradossalmente, nel pieno regno dell’Accademia di Belle Arti di San Fernando, e si era manifestata di forma ridotta, trovando la sua realizzazione nei cartoni per arazzi di Goya, dei Bayeu, o di José del Castillo, e specialmente in uno straordinario pittore rococò, Luis Paret y Alcázar. Una decade più tardi, nella Cátedra Feijóo dell’Università di Oviedo, Jesús Urrea abbozzava un’Introduzione alla pittura rococò in Spagna 4 . In essa risultava come, a conferma di quanto sostenuto da Gaya Nuño, 5 fino a quel momento si fosse eluso il problema della pittura rococò in terra iberica, fino addirittura a negarne l’esistenza. Nel suo ripasso del panorama pittorico spagnolo del primo terzo del secolo XVIII, Urrea 6 difendeva l’esistenza di tale corrente pittorica e dava alcune delle linee di studio e d’interpretazione per trovare risposte a quest’esistenza; da una parte, gli apporti e realizzazioni dei pittori spagnoli formatisi in Italia nell’ambiente della rinnovazione barocca accademica e rococò; dall’altra la presenza di grandi pittori italiani nella Corte di Madrid a metà del secolo (Amigoni, Giaquinto, Tiepolo). 3 Gaya Nuño, J. A. : Rococò, Neoclasicismo y Prerromanticismo en el arte de la España del siglo XVIII, Cuadernos de la Cátedra Feijó, 22, Oviedo, 1970. 4 Urrea Fernández, J.: “Introdución a la pintura rococó en España”, La época de Fernando VI, Cátedra Feijó, Oviedo, 1981. 5 Gaya Nuño, J. A. : op.cit. Oviedo, 1970. 6 Urrea Fernández, J.: op.cit., Oviedo, 1981.

Anteprima della Tesi di Annaclaudia De Mita

Anteprima della tesi: L'influsso di Corrado Giaquinto sulla pittura spagnola del XVIII secolo, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Beni culturali

Autore: Annaclaudia De Mita Contatta »

Composta da 285 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1665 click dal 21/10/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.