Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Regolamentazione dei servizi di pubblica utilità: valutazioni contabili e finanziarie

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 fissazione dei prezzi in modo da coprire i costi sostenuti dall’impresa regolamentata, e tra questi il più applicato è la Rate of Return Regulation o Ror Regulation (metodo del tasso di rendimento). Dall’altra parte, invece, si hanno i metodi basati sui cosiddetti tetti ai prezzi, in cui si fissa un prezzo massimo indipendentemente dai costi realizzati 4 , tra i quali si fa maggiormente riferimento al metodo del Price-Cap. L’obiettivo del regolatore è quello di massimizzare il benessere sociale, inteso come l’insieme degli interessi dei consumatori e delle imprese, e la tariffa è diventata proprio uno degli strumenti maggiormente efficaci per il conseguimento di tale obiettivo; con essa viene riattivato il processo di convergenza tra le condizioni d’offerta del monopolista e le condizioni di domanda della collettività. La tariffa così intesa assume dunque un’ulteriore importanza: diventa condizione necessaria per attivare forme di verifica e incentivazione dell’efficienza tecnica ed economica che sono il fondamento di ogni percorso di gestione industriale 5 . A tal fine, il processo di regolamentazione che le autorità devono mettere in atto si può suddividere nei tre passaggi seguenti: 1. definire un dato schema tariffario, cioè una formula analitica che rispetti criteri di efficienza e di equità sociale; 2. stabilire i valori da attribuire alle variabili presenti in tale formula, basandosi sulle condizioni tecnologiche dell’impresa regolamentata e sulle caratteristiche del mercato in cui essa opera; 3. procedere alla revisione di tali valori, alla fine di ogni periodo di regolamentazione nel caso del price-cap, quando se ne fa richiesta nel caso della ror regulation 6 , basandosi sul comportamento dell’impresa, sui nuovi costi che essa dovrà sostenere nel periodo successivo e sulle variazioni delle caratteristiche del mercato. 4 Cervigni-D’Antoni, 2001, pagg. 160-161. 5 Caselli, Peruzzi, 1998, pagg. 23-24. 6 La richiesta può essere effettuata dall’impresa regolamentata oppure dal regolatore stesso.

Anteprima della Tesi di Mara Tacconi

Anteprima della tesi: La Regolamentazione dei servizi di pubblica utilità: valutazioni contabili e finanziarie, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Mara Tacconi Contatta »

Composta da 237 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4371 click dal 18/10/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.