; Skip to content

Energie rinnovabili e risparmio energetico in bioedilizia applicate a un caso studio di edificio bioclimatico (Casa solare Rosignano)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
convogliare l’acqua e non disperderla. Inoltre era utile anche per la proprietà dell’acqua di mantenere calore di notte e far passare aria calda al resto della casa. Tra il Seicento e l’Ottocento la Toscana si avvia alla sua colonizzazione definitiva rendendo la campagna un paesaggio intensamente umanizzato, non solo nel fiorentino, ma anche nelle zone di Siena, Pisa, Lucca, Arezzo. Soprattutto durante la seconda metà del Settecento, sotto il governo di Pietro Leopoldo, si hanno casi di interi tratti di paesaggio rurale formatisi grazie ad opere di bonifica e riorganizzazione di vaste fattorie. Si diffonde il senso del dovere del proprietario di fornire i propri contadini di case dignitose, mentre in precedenza queste venivano costruite senza piano e con strutture asimmetriche. Il modello a cui ci si rivolse nel costruire le case dei lavoratori venne offerto dalle case dei signori due- trecentesche declassate. L’architettura rimane quindi la tipica del tipo a torre e loggiato, con blocco preferibilmente quadrato (a meno che non sia un riadattamento di un edificato preesistente a parallelepipedo) a due piani. Nel piano terreno trovano posto la stalla, la cantina, i magazzini ed altri locali. Nel piano superiore le stanze dell’abitazione con generalmente la cucina nel mezzo e le camere tutt’intorno. I materiali e i colori dell’architettura di campagna potevano variare radicalmente da parte a parte della Toscana. Una differenza stava nel rivestimento esterno che rispecchiava le disponibilità: uso di pietra a vista nelle vallate appenniniche, con conseguente cromatismo prevalentemente grigio, ed uso di intonaci nelle altre case classiche con ragione pratica di protezione della muratura in pietrame greggio contro l’azione degli agenti atmosferici. In tutta la campagna fiorentina ed aretina l’intonaco sembra lasciato ad ammuffire, per cui il colore predominante è il bianco-grigio con sottotoni verdastri che ben si mimetizzano con la terra. A pochi chilometri da Firenze fino alle zone collinari si ha invece una ricerca cromatica che rispecchia la Toscana colorata del territorio pisano lucchese. Il colore è qui più evidente ed affascinante, quasi per voler supplire alla semplicità dell’architettura, con un risultato spesso bellissimo. In quelle parti degli edifici dove era necessario l’uso di materiali da costruzione dalla volumetria regolare verrà adoperato il laterizio, mentre per gli architravi di eventuali loggiati si ricorrerà al legname. L’uso del laterizio sia nella muratura che nei dettagli tecnico- decorativi risulterà maggiore nelle zone prive di materiali lapidei o che presentavano ricchi depositi di argilla (aree senesi e Valdarno inferiore). Nell’Ottocento e nei primi decenni del Novecento viene continuata l’opera sistematica di colonizzazione della campagna e le opere di costruzione e restauro delle case coloniche. I 20
Anteprima della tesi: Energie rinnovabili e risparmio energetico in bioedilizia applicate a un caso studio di edificio bioclimatico (Casa solare Rosignano), Pagina 14

Preview dalla tesi:

Energie rinnovabili e risparmio energetico in bioedilizia applicate a un caso studio di edificio bioclimatico (Casa solare Rosignano)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Jacopo Bedini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Ambientali
  Corso: Scienze e tecnologie per l'ambiente e il territorio
  Relatore: Aldo Iacomelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 161

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

casa solare rosignano
confronto energie tradizionali e rinnovabili
energie geotermica
energie rinnnovabili
habitat energia
isolanti naturali
risparmio energetico
solare termico
sonde geotermiche
trasmittanza pareti naturali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi