; Skip to content

Gli accertamenti tecnici irripetibili nel processo penale

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 epistemologici legittimamente acquisiti 2 . Considerato che le indagini tecnico- scientifiche vengono effettuate nel primo segmento del procedimento che porterà alla formazione della relativa prova, condizionandone inevitabilmente il risultato finale, appare evidente la necessità di regolamentarne le modalità d’impiego. Ciò al fine di una duplice garanzia: della prova da un lato; della persona nei cui confronti questa verrà utilizzata dall’altro 3 . In generale, va rilevato come l’apporto gnoseologico fornito dagli strumenti e/o dagli ausiliari tecnico-scientifici ai protagonisti del procedimento penale costituisce talora motivo di accese discussioni 4 . Oramai il diritto penale si sta orientando a tutelare beni fondamentali quali la salute e l’ambiente, con la conseguente incriminazione delle relative condotte sia di danno che di pericolo. La tutela di tali beni giuridici richiede accertamenti complessi che, a loro volta necessitano di prove scientifiche della verificazione dell’evento e del nesso 2 Così GIUNCHEDI, Gli accertamenti tecnici irripetibili, Torino, 2009, XIV, nella sua prefazione afferma come «la garanzia della genuinità e veridicità della conclusione probatoria verrebbe fornita direttamente dai saperi e dalle competenze che sottostanno lo strumento cognitivo utilizzato: se la conoscenza di cui la scienza è portatrice è espressione di una metodologia investigativa rigorosa e fondata su una protocollare osservazione e conseguente raccolta di dati oggettivi non passibili di una valutazione discrezionale e opinabile, non ha senso circondare le dichiarazioni dell’esperto delle cautele processuali che caratterizzano invece l’acquisizione della normale prova dichiarativa». 3 CASASOLE, Le indagini tecnico-scientifiche: un connubio tra scienza e diritto in perdurante attesa di disciplina, in Dir. pen. proc., 2008, 1443. 4 C’è poi chi, come APRILE, Le indagini tecnico-scientifiche problematiche giuridiche sulla formazione della prova penale, in Cass. pen., 2003, 4034 ss., specifica che questo avviene per due ordini di motivi. «Da un lato, vi è un netto contrasto tra la “logica” che governa gli studi scientifici e le regole che disciplinano il procedimento penale, essendo la prima ispirata da quella che Popper definiva la precarietà delle teorie scientifiche, e qualificata dalla rapidissima evoluzione che, nel tempo, ogni branca scientifica ed ogni metodologia tecnologica subiscono; ed essendo, invece, le regole del rito penale caratterizzate da una tendenziale immutabilità, ricollegandosi ad un fine primario, quello della ricostruzione di una vicenda umana e della verifica della esistenza di eventuali responsabilità, che presuppongono il conseguimento di emergenze dotate di sufficiente certezza. Da altro lato, vi è un’indubbia difficoltà dell’interprete a ricondurre ad unum una disciplina codicistica che, in relazione alle verifiche tecnico-scientifiche, risulta estremamente frammentata, divisa com’è dai riferimenti ai diversi soggetti processuali, e dalla differente operatività dei singoli istituti in relazione alle distinte fasi del procedimento. In tale contesto normativo non sono di poco momento le incertezze che contribuisce a creare il lessico utilizzato dal Legislatore, dato che, talvolta, le scelte terminologiche riguardanti singole attività non rispondono a criteri razionali e sistematicamente coerenti». Concorda pienamente anche DONTILLO, Gli accertamenti tecnici irripetibili disposti dal pubblico ministero, estratto da www.profilecrime.it, 2006.
Anteprima della tesi: Gli accertamenti tecnici irripetibili nel processo penale, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Gli accertamenti tecnici irripetibili nel processo penale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Beatrice Lucarelli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Giovanni Dean
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 181

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

accertamenti tecnici
accertamento
codice penale
codice procedura penale
difesa
irripetibilità
legislazione
perizia
polizia giudiziaria
processo
pubblico ministero
ripetibilità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi