; Skip to content

L'integrazione delle ICT nel processo di insegnamento-apprendimento della geometria

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 di lettura in strumenti di scrittura e lettura insieme, da comunicati (artistici, politici, pubblicitari ecc.) di altri, in espressione e comunicazione del soggetto, della persona, del gruppo sociale” (Galliani, 2002b, p. 648). Galliani individua, inoltre, all’interno della scuola, i tre paradigmi della comunicazione mediatizzata: il paradigma trasmissivo nei processi di insegnamento-apprendimento “con i media”; il paradigma interazionista che pone al centro dell’esperienza educativa-formativa “ai media” il rapporto interpersonale del soggetto che è in relazione con altri soggetti; il paradigma costruttivista, fondato sul costruttivismo sociale, che sottolinea la natura collaborativa e cooperativa della produzione di conoscenza all’interno delle comunità di apprendimento (Galliani, 2002b, pp. 643-649). All’interno di questi paradigmi, secondo Ardizzone e Rivoltella (2008), vanno cercate le ragioni che “giustificano l’integrazione dell’Education Technology nella scuola”, nella quale si “identifica tanto la disciplina che si occupa di studiare le applicazioni educative della tecnologia, quanto i metodi e gli strumenti operativi attraverso i quali tali applicazioni vengono svolte”. Nell’Education Technology viene inquadrato “in sé tanto il momento educativo che quello didattico”, riconoscendo come tecnologie l’insieme delle risorse educative/didattiche, metodi e strumenti, informatici oppure no, di cui l’insegnante si può servire nel proprio lavoro a scuola” a supporto dell’istruzione e dell’apprendimento (Ardizzone & Rivoltella, 2008, pp. 13-15). Le tecnologie che hanno segnato un cambiamento nella scuola, alla fine degli anni Novanta del secolo scorso, sono state quelle informatiche e telematiche che hanno valorizzato il focus dell’insegnamento interattivo basato sulla “centralità dello studente, sulla personalizzazione dei contenuti, sul valore della costruzione e della scoperta per suscitare apprendimenti significativi”, permettendo di realizzare in classe attività di rappresentazione, di comunicazione, di condivisione e di costruzione (Ardizzone & Rivoltella, 2008, pp. 16-17). Rivoltella (2001, p. 54), inoltre, sostiene che l’Educazione con la/alla multimedialità è la versione aggiornata dell’educazione con i media poiché i media digitali sono in continua e veloce evoluzione tecnologica. Essi assumono sempre più le caratteristiche della portabilità (sempre più piccoli e meno costosi), della personalizzazione (accompagnano e sostengono il soggetto in ogni sua azione pubblica e privata), dell’autorialità (permettono al soggetto di produrre oggetti multimediali e di pubblicarli nell’ottica della condivisione sociale) e del multitasking (offrono la possibilità di svolgere diverse attività contemporaneamente). Questi presupposti dovrebbero consentire di sviluppare precorsi trasversali, centrati sul soggetto, in cui tutta la sfera dell’educazione diventa media-educazione, nel senso sociale insito nella tecnologia attuale molto personalizzata. Tali percorsi dovrebbero riuscire ad aiutare i giovani a comprendere le potenzialità esistenti nell’uso degli strumenti digitali, attraverso i quali si modifica il proprio ambiente di vita e si sviluppano delle vere e proprie culture. Il soggetto deve essere in grado di saper vivere dentro di sé, in modo corretto, le capacità di essere egli stesso, anche solo con un cellulare o un computer, una possibile centrale multimediale che accede ai servizi multimodali. Soggetto che sappia non solo leggere criticamente i messaggi che lo circondano nei vari contesti, scolastici ed extrascolastici, ma che sappia anche scriverne, in modo creativo e responsabile, per contrastare la passività acritica, a favore dell’indipendenza mentale dalle informazioni veicolate dai media.
Anteprima della tesi: L'integrazione delle ICT nel processo di insegnamento-apprendimento della geometria, Pagina 9

Preview dalla tesi:

L'integrazione delle ICT nel processo di insegnamento-apprendimento della geometria

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Patrizia Barison
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Teorie e Metodologie dell’e-Learning e della Media Education
  Relatore: Laura Messina
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 145

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi