; Skip to content

La Linea Sottile tra Flessibilità e Precariato: gli effetti del lavoro flessibile sulle risorse umane

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
10 sviluppare un piano strategico, di certo però in tal senso svolgono un ruolo fondamentale la leadership, la cultura, l’ambiente di riferimento, la complessità e le dimensioni dell’im- presa. Oggi le imprese operano in ambienti altamente instabili e competitivi, le pressioni derivanti dalla c.d. ipercompetizione costringono le organizzazioni aziendali a ricercare nuove opportunità su cui costruire la propria superiorità competitiva 21 ; la sopravvivenza ed il perseguimento degli obiettivi organizzativi dipende pertanto dalla capacità dell’or- ganizzazione imprenditoriale di far leva su diverse risorse 22 . L’obiettivo strategico preci- puo è pertanto quello di ottenere un vantaggio competitivo sostenibile inteso come «la capacità distintiva (o competenza distintiva) di superare gli avversari nel raggiungimento del suo obiettivo primario: la redditività 23 ». La comprensione e la gestione delle fonti del vantaggio competitivo è senza dub- bio una delle principali aree di ricerca del c.d. management strategico di cui Porter, come precedentemente accennato, fu uno dei massimi esponenti. Questa tipologia di approccio gestionale si realizza attraverso la SWOT analysis, in base alla quale si effettuano in via complementare e contemporanea due studi riguardanti l’ambiente interno, in termini di punti di forza e punti di debolezza, riconosciuti quali elementi caratterizzanti dell’orga- nizzazione da analizzare; e l’ambiente esterno in termini di opportunità e minacce. Porter, pertanto, suggerisce che le imprese dovrebbero analizzare il proprio ambiente competi- tivo (secondo i due punti di vista dapprima indicati), individuare e selezionare la strategia più adeguata a perseguire gli obiettivi strategici e, infine, reperire le risorse necessarie. Porter, pertanto, parte dall’assunto che tutte le organizzazioni siano in possesso delle me- desime risorse o quantomeno siano in grado di acquisirle. Al contrario dell’approccio tradizionale dello strategic management di Porter, nella c.d. resources based view 24 di Barney 25 le risorse inglobano tutti «gli asset, le capa- cità, i processi organizzativi, le caratteristiche dell’impresa, le informazioni e le cono- scenze che le consentono di implementare strategie che ne aumentano l’efficacia e l’effi- cienza» e producono un effetto discriminante tra le varie imprese. Questo approccio stra- tegico considera l’impresa come un coacervo di risorse e capacità uniche ed identificanti, e riconosce al management il compito precipuo di massimizzare l’efficacia e l’efficienza dell’azione aziendale attraverso uno spiegamento ottimale di tali risorse, talvolta presenti 21 R. A. D’Aveni, Coping with hypercompetition: Utilizing the new 7S's framework, Academy of Manage- ment Executive, Vol. 9, No. 3, 1995, p.45. 22 A. Fischietti, La gestione delle risorse umane. Processi e strumenti, Alpha Test, Milano, 2007. 23 R.M. Grant, L'analisi strategica per le decisioni aziendali, Il Mulino, Bologna, 1999, p. 218. 24 La Resourced Based View (o, in italiano, visione basata sulle risorse) è un approccio manageriale secondo cui ciascuna organizzazione aziendale è caratterizzata da una dotazione di risorse eterogenee, difficilmente imitabili e riproducibili, in grado di consentirle di ottenere un vantaggio competitivo sostenibile rispetto agli altri competitor. La RBW parte dall’assunto che non tutte le risorse hanno parti importanza, ma alcune possiedono delle caratteristiche une in grado di fornire all’impresa un vantaggio dal punto di vista strate- gico. Uno dei maggiori esponenti della RBW Fay Barney che attraverso il suo articolo “Firm Resources and Sustained Competitive Advantage” (1991) introdusse per la prima volta tale prospettiva nel mondo accademico. 25 Jay B. Barney è un docente americano di gestione strategica, noto soprattutto per i suoi contributi alla teoria del vantaggio competitivo basata sulle risorse.
Anteprima della tesi: La Linea Sottile tra Flessibilità e Precariato: gli effetti del lavoro flessibile sulle risorse umane, Pagina 7

Preview dalla tesi:

La Linea Sottile tra Flessibilità e Precariato: gli effetti del lavoro flessibile sulle risorse umane

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Antonino Nastasi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: UKE - Università Kore di Enna
  Facoltà: Scienze Economiche e Giuridiche
  Corso: Economia e Direzione Aziendale
  Relatore: Guglielmo Faldetta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 102

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

risorse umane
lavoro flessibile
gestione delle risorse umane
lavoro precario
precariato
human resource
contratto psicologico
job satisfaction
flessibilità lavorativa
flessibilità contrattuale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi