; Skip to content

La questione delle unioni matrimoniali tra donne musulmane e uomini non musulmani in Italia

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione. La questione delle unioni matrimoniali tra donne musulmane e uomini non musulmani assume particolare importanza nell'attuale società italiana. Infatti l'Italia è caratterizzata oggi, più che in altri periodi storici, dalla presenza di tradizioni e culture varie e differenti, conseguente agli intensi flussi migratori che vi si sono diretti a partire circa dagli anni '80. In questa situazione risultano inevitabili il confronto e l'interazione tra l'elemento autoctono e l'elemento immigrato, che si trovano a compartire uno stesso spazio e a formare insieme una nuova società. Tale processo di rimescolamento della popolazione e di riedificazione della società non avviene in modo rapido e indolore, in quanto le varie parti che entrano in contatto (la popolazione italiana autoctona e le varie popolazione immigrate) si trovano a dover rinunciare ognuna ad elementi della propria cultura e a doverne accettare di nuovi. Nello sviluppo di tali dinamiche risulta fondamentale l'apporto offerto dal fenomeno delle cosiddette "coppie miste", ossia coppie formate da persone che appartengono a "gruppi" (Stati, etnie, culture, religioni) differenti. Il fenomeno della coppia mista infatti propone ad un livello basilare l'incontro tra le due società a cui appartengono i due sposi, i quali ne divengono quasi dei rappresentanti, e il cui matrimonio può rappresentare esso stesso l'unione delle rispettive culture. E allo stesso modo in cui si assiste al sorgere di grandi difficoltà e resistenze nell'incontro di due culture diverse, così nel caso di matrimonio tra due elementi provenienti da gruppi differenti subentra una serie di fattori contrastanti che rendono altrettanto difficile tale tipologia di unione. L'elemento religioso si rivela particolarmente problematico per questo tipo di coppie, soprattutto nel momento in cui esse decidano di ufficializzare la propria unione tramite il matrimonio. Storicamente infatti il matrimonio interreligioso è sempre stato considerato perlomeno sconveniente da tutte le cosiddette "religioni del Libro" (Ebraismo, Cristianesimo ed Islam). Nella visione più tradizionalista della religione ebraica ancora attualmente il matrimonio interreligioso da parte di un credente ebreo è considerato come un rifiuto della propria fede religiosa. Una visione più modernista invece si limita a sconsigliare tale tipo di unione, riconoscendo che il fedele ebreo che vive in una società multireligiosa può contrarre matrimonio interreligioso senza per questo subire l'isolamento da parte della comunità. Nel Codice di diritto canonico che regola la comunità cristiano-cattolica, la disparitas cultus compare ancora oggi come impedimento al matrimonio, anche se nei casi di matrimonio interreligioso può essere concessa una dispensa qualora sussistano determinate condizioni 1 . Tali 1 Codice di diritto canonico, can. 1086: "È invalido il matrimonio tra due persone, di cui una sia battezzata nella Chiesa cattolica o in essa accolta e non separata dalla medesima con atto formale, e l'altra non battezzata. 4
Anteprima della tesi: La questione delle unioni matrimoniali tra donne musulmane e uomini non musulmani in Italia, Pagina 3

Preview dalla tesi:

La questione delle unioni matrimoniali tra donne musulmane e uomini non musulmani in Italia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Andriolo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne
  Corso: Lingue e letteratura afroasiatiche
  Relatore: Giorgio Vercellin
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 118

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

concordato
cristian
diritto canonico
diritto civile
islam
matrimoni cristian
matrimoni mist
matrimoni musulman
musulman
patti lateranensi
sharia
vaticano

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi