; Skip to content

Le piccole aziende nell'agricoltura di montagna: ''Mosaico'', associazione di piccoli produttori del Trentino

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
riduzione di specie e varietà e degli ecotipi coltivati con conseguente perdita di biodiversità, fragilità ed erosione, e resilienza dell’ecosistema agricolo. L’insieme di tali effetti ha poi provocato l’omologazione del paesaggio, con l’eliminazione delle “tare produttive” a discapito dell’equilibrio ecologico e della fauna selvatica, nonché un forte sfruttamento delle risorse idriche, (La Mantia et al., 2007; Ricoveri, 2008; Battisti, 2005). In altri casi invece si sono preferite qualità e segmentazione del mercato, anche nelle fasi di trasformazione e commercializzazione, percorrendo tutta la filiera fino al consumatore finale, con evidenti effetti positivi. Su questi esempi bisognerebbe creare un cambiamento pratico per lo sviluppo montano, in modo che poi la qualità del prodotto di montagna incorpori i valori di qualità che il territorio è in grado di esprimere. Solo quando questo avverrà l’agricoltore potrà essere almeno in parte ripagato (soprattutto in termini di gratificazione, riconoscimento e soddisfazione) per i maggiori sforzi spesi nella coltivazione e l’agricoltura in montagna tornerà ad essere economicamente sostenibile. Un efficace mezzo per produrre sostenibilità economica e sociale, in azienda e sul territorio, giunge dalla diversificazione di produzione e servizi offerti: essa arricchisce la situazione aziendale e porta maggiori benefici, un maggior valore aggiunto e permette agli agricoltori di non abbandonare la loro terra e la comunità. L’esempio più immediato è l’incrocio dell’attività aziendale con il turismo cosiddetto “alternativo”, che si caratterizza per un’attenzione all’equilibrio ambientale, alla salubrità dei prodotti e per una ricerca della naturalità e della tipicità dell’offerta, (Raffaelli, 2005). Molta attenzione va posta alla condizione e qualità di vita e di lavoro dell’agricoltore: spesso, infatti, è proprio la mancanza di tempo libero che comporta scarsità di risorse umane disponibili per mansioni che richiedono un impegno costante. E’ necessario soprattutto per evitare il non uso del territorio, dovuto alla marginalizzazione dell’agricoltura in talune zone. Inoltre per uno sviluppo locale veramente sostenibile è necessario stimolare la governance locale mirata alla partecipazione della pluralità degli attori del territorio. E’ importante valorizzare le istituzioni locali, il capitale sociale (Associazioni, network e relazioni sociali) (Chiesi, 2007; Milella, 2004) per raggiungere soluzioni idonee per lo sviluppo locale, a volte modificando le attitudini degli individui partendo da una “rinulleducazione” di tutti coloro c hse ono coinvolti (istituzioni null agricoltori ed altri operatori – consumatori e frequentatori del territorio), sviluppando in tutto ciò strategie ad hoc di marketing territoriale che spesso rallenta o evita la marginalizzazione. Senza la partecipazione attiva dei diretti interessati non si crea un’ottimizzazione delle risorse endogene. E’ per tale motivo che le modalità di partecipazione alle scelte economiche e sociali tipiche di quella che era l’economia agricola di sussistenza dell’area alpina fino a qualche decennio fa possono essere considerate un punto di partenza per elaborare, con opportuni adattamenti, nuovi modelli di sviluppo, adatti alle specifiche realtà del luogo, partendo dal presupposto che sostenibilità e democrazie sono altamente interrelate. La promozione di un interesse comune tra chi vive concretamente il territorio per uno sviluppo sostenibile è il risultato di una giustizia economica e sociale, (Raffaelli e Goio, 2005). Esistono diverse ragioni quindi per considerare il capitale sociale come un fattore produttivo: un ambiente ricco d’opportunità associative che consentono alle persone di incontrarsi spesso costituisce un terreno fertile per la coltivazione di valori comuni e la diffusione di norme di reciprocità. Ne deriva uno stimolo agli scambi ed agli investimenti e per la produzione. Esso migliora quindi le possibilità produttive, ma influenza anche il 11
Anteprima della tesi: Le piccole aziende nell'agricoltura di montagna: ''Mosaico'', associazione di piccoli produttori del Trentino, Pagina 6

Preview dalla tesi:

Le piccole aziende nell'agricoltura di montagna: ''Mosaico'', associazione di piccoli produttori del Trentino

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Decarli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: Laura Secco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 186

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

agricoltura di montagna
capitale sociale
mosaico
multifunzionalità
razze e varietà locali
responsabilità d'impresa
sostenibilità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi