; Skip to content

Lo psicodramma classico: esercizio di creatività e di incontro con l'altro per la crescita personale

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Lo psicodramma classico è comunemente ritenuto un metodo di cura dei disturbi psichici che vede i partecipanti impegnarsi ad esplorare il proprio mondo interiore mediante l’azione. Più precisamente, lo si immagina come una terapia con la quale i pazienti, anziché stare a parlare dei propri problemi, desideri e ricordi, salgono su un palcoscenico e trasformano tali contenuti mentali in rappresentazioni teatrali, con l’aiuto degli altri pazienti e di personale specializzato che s’impegnano ad interpretare le parti complementari alla sua. Tuttavia tale concezione dello psicodramma pur non errata, alla luce di un’approfondita analisi dei testi del suo ideatore, J. L. Moreno, risulta essere riduttiva. Infatti, appare chiaro che questi in realtà intendeva lo psicodramma non semplicemente come metodo per la cura dei disturbi psichici ( dunque come qualcosa riservato a coloro che vengono catalogati come malati di mente) ma come metodo grazie al quale ogni uomo avrebbe avuto la possibilità di diventare “creatore dei propri ruoli”; in altri termini si può dire che egli riteneva lo psicodramma non solamente un metodo di cura della malattia mentale, ma uno strumento che l’uomo avrebbe potuto utilizzare per la propria evoluzione personale. Grazie ad esso avrebbe avuto la possibilità di esercitare ruoli contemporaneamente più adatti sia alle proprie esigenze psicologiche sia a quelle specifiche del contesto in cui viene a trovarsi; tale sviluppo infatti scaturirebbe dalla liberazione della spontaneità e dall’esercizio della creatività, che può aversi pienamente in quella situazione particolare che è la messa in scena psicodrammatica, nella quale si incontrano altre persone con le quali ci si esercita a provare ad infrangere i propri schemi di comportamento insoddisfacenti e a trovare comportamenti più adeguati da introdurre poi nella vita reale. In questa prospettiva mi sono soffermata sullo psicodramma classico o moreniano, fondato sui principi e sulla metodologia indicati dal suo ideatore sulla base della consapevolezza che lo psicodramma è essenzialmente uno strumento che l’uomo può utilizzare per migliorarsi e dunque evolversi, ed è utile anche per imparare ad essere creatori dei propri ruoli. La tesi è divisa in quattro capitoli. Nel primo capitolo si accenna ad alcune modalità di cura della sofferenza psichica, proprie dei secoli passati, che per alcuni aspetti ricordano lo psicodramma. Nel ricordare queste pratiche e le convinzioni a cui esse si riferivano si cerca di evidenziare le caratteristiche somiglianti allo psicodramma nonché le differenze. Viene poi presentata la storia della nascita dello psicodramma, ossia il cammino che portò Moreno all’ideazione dello psicodramma, presentando gli avvenimenti fondamentali della sua vita e dando rilievo soprattutto a quelli che lo portarono a sviluppare le concezioni da cui poi tale metodo ebbe origine. Ci si sofferma inoltre su quanto fece con i suoi più importanti collaboratori per il perfezionamento e la diffusione dello psicodramma negli Stati Uniti e nel mondo, sullo psicodramma analitico, lo psicodramma triadico ed il playback theatre, nati dall’unione dello psicodramma classico con altri importanti approcci psicoterapeutici. Nel secondo capitolo si presentano i concetti fondamentali su cui poggia la pratica psicodrammatica, quali spontaneità, creatività e conserve culturali, ed il rapporto che deve esserci tra loro per il benessere e l’evoluzione dell’uomo. Analogamente, si esamina il concetto di tele, il suo rapporto con il transfert e l’empatia, che Moreno considerava componenti di esso, e il modo in cui questi tre fenomeni si distribuiscono nel corso della sessione psicodrammatica. L’esamina abbraccia la teoria del ruolo, i vari
Anteprima della tesi: Lo psicodramma classico: esercizio di creatività e di incontro con l'altro per la crescita personale, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Lo psicodramma classico: esercizio di creatività e di incontro con l'altro per la crescita personale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maria Cristina Cois
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze dell'Educazione
  Relatore: Vincenzo Bongiorno
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 110

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

catarsi
creatività
empatia
formazione
handicap
moreno
play back
psicodramma
ruolo
schutzenberger
semirealtà
sociodramma
sociometria
spontaneità
stanislavskij
tele+
theatre
transfert
triadico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi