Skip to content

Appunti per una lettura in chiave giuridica di Lisia XII

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Appunti per una lettura in chiave giuridica di Lisia XII, Pagina 6
 P
a
g
i
n
a
7
 
Isocrate e che la sua nascita deve pertanto essere anteriore di alcuni anni al 436. A questi 
anni deve risalire anche il suo tentativo di tenere una scuola di retorica, del quale ci 
informa Cicerone (Brutus. 48; Lisia avrebbe però presto rinunciato all'insegnamento perché 
superato in quel campo da Teodoro di Bisanzio) 
Data questa sequenza di avvenimenti, accettare per la nascita la data proposta dai biografi 
antichi comporta una serie di difficoltà: per es., Cefalo rimase per trent'anni ad Atene, ma 
dovrebbe essere morto prima della partenza di Lisia per Turii (444/443: cfr. [Plut.], 835 F): 
quindi il suo arrivo ad Atene risalirebbe alla metà degli anni Settanta e non si vede come a 
quell' epoca potesse essere stato invitato da Pericle (per di più, il dato sarebbe 
inconciliabile con la Repubblica di Platone, nella quale Cefalo è presentato come molto 
vecchio e con i figli già grandi). Lisia poi dovrebbe aver cominciato l'attività forense 
addirittura all'età di 56 anni, nel 403, e risulterebbe di molto più anziano di Isocrate. Questi 
problemi scompaiono se si ammette, come già faceva Blass, che Lisia non sia andato a 
Turii nell'anno stesso della fondazione della colonia, ma più tardi:  nulla allora obbliga a 
collocare la data di nascita nel 459/458.  Tuttavia anche in questo caso restano non poche 
difficoltà. Il problema è stato riesaminato a fondo da Kenneth Dover nel terzo capitolo del 
suo Lysias and the Corpus Lysiacum,  nel quale lo studioso inglese si è giovato anche delle 
scoperte epigrafiche relative ai condannati per empietà del 415, che permettono di 
ipotizzare per il Fedro di Platone una dramatic date anteriore all'estate del 415: di 
conseguenza, per poter essere ad Atene all'epoca del dialogo tra Socrate e Fedro, Lisia 
avrebbe dovuto far ritorno ad Atene prima del 412. Il Dover suppone allora, con buoni 
argomenti, che le difficoltà per gli Ateniesi a Turii fossero cominciate prima del 415 e che 
Lisia potesse aver abbandonato la colonia poco dopo la fine degli anni Venti.  
 
Il quadro  che ne risulta, a mio parere abbastanza convincente, è  questo: arrivo di Cefalo 
ad Atene ca. 450/445, nascita di Lisia attorno al 445, partenza per Turii intorno al 430, 
morte di Cefalo attorno al 420; ritorno di Lisia ad Atene ca 418/416. Su questo complesso 
argomento tuttavia, allo stato attuale delle conoscenze, non è possibile giungere a una 
soluzione certa. 
L 'anno decisivo della vita di Lisia fu comunque il 404/403 , che vide la caduta di Atene 
dopo un trentennio di guerra estenuante e l'avvento al potere dei Trenta, sostenuti da 
Sparta. Le conseguenze per la famiglia di Lisia, una delle più in vista fra i meteci ateniesi, 
furono disastrose: i Trenta presero durissimi provvedimenti contro i meteci, di cui cadde 
vittima Polemarco, arrestato e costretto a bere la cicuta; Lisia riuscì a sfuggire 
fortunosamente 
all'arresto ma si vide confiscare gli ingenti beni che la famiglia possedeva in Atene. 
Fuggito a Megara, sostenne attivamente, come provano i frammenti della Contro Ippoterse, 
i fuorusciti democratici guidati da Trasibulo, fornendo loro armi e denaro e arruolando 
mercenari tramite un amico;  questa attività gli valse, al momento della restaurazione 
democratica del 403, la proposta di concessione della cittadinanza ateniese. 
Disgraziatamente, però, nella proposta avanzata da TrasibuIo sussisteva un vizio di f orma, 
che diede ad Archino la possibilità di presentare una mozione di illegalità, a seguito della 
quale il decreto di cittadinanza fu annullato e Lisia ritornò alla sua condizione di meteco, 
sia pure con il privilegio della isotelia. 
Anche per fronteggiare le necessità economiche conseguenti alla perdita del patrimonio, 
che non riuscì a recuperare nonostante molti tentativi, Lisia si dedicò completamente 
all'attività di logografo, scrivendo un grandissimo numero di discorsi per altri. Solo in 
pochi casi scrisse per sé: il più celebre è quello dell'orazione Contro Eratostene, in cui 
cercò, probabilmente invano, di far punire dai giudici quello dei Trenta che aveva 
materialmente eseguito l'arresto di Polemarco. È questo il periodo della vita di Lisia in cui 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Appunti per una lettura in chiave giuridica di Lisia XII

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Emanuela Bertin
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Eva Cantarella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 245

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

amnistia
apagogé
areopago
dike phonou
diritto greco
ek pronoias
eliea
eratostene
euthyna
graphè
isoteleia
lawcourts at athens
lysias
me mnesikakein
meteco
palladio
polemarco
processo attico
prostates
psefisma
teramene
thorybos
trasibulo
trenta tiranni

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi