Skip to content

Caratteristiche forestali dei siti di nidificazione di Picchio nero (Dryocopus martius) nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Caratteristiche forestali dei siti di nidificazione di Picchio nero (Dryocopus martius) nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, Pagina 3
14 
della zona alpina. La ridotta estensione dell’area protetta determina una certa omogeneità climatica 
che il clima si possa ritenere uniforme su tutta l’area, anche se si verificano variazioni locali legate 
alla morfologia articolata ed a fattori stazionali quali l’altitudine e l’esposizione. Le temperature 
medie annuali si aggirano sui 10-11°C nei fondovalle, 4-5°C a 1500 metri di altitudine e 2-3°C a 
2000 metri, ma se in estate la temperatura è maggiore a valle, in inverno possono verificarsi 
fenomeni di inversione termica provocati dal ristagno di aria fredda nei fondovalle e negli 
avvallamenti. Durante il corso dell’anno le temperature maggiori si registrano tra luglio ed agosto, 
con valori di 19-20°C in fondovalle e di circa 10°C nei settori più alti. A partire dai mesi autunnali 
si verifica una riduzione di circa 5°C ogni mese, fino a gennaio quando le temperature raggiungono 
i valori minimi mantenendosi mediamente al di sotto dello zero. In febbraio aumenta 
l’irraggiamento solare e con esso anche le temperature salgono, ma in modo meno brusco rispetto la 
diminuzione autunnale. 
L’andamento pluviometrico è di tipo subequinoziale con una quantità di pioggia stimata superiore 
ai 2000 mm annui. L’autunno presenta un picco nelle precipitazioni, che essendo continue e di forte 
intensità creano le condizioni favorevoli al verificarsi di nubifragi. I valori minimi si registrano in 
inverno, stagione nella quale prevalgono le precipitazioni nevose soprattutto alle quote maggiori; la 
quantità di neve caduta varia di anno in anno a causa di fenomeni che interessano la masse d’aria, 
ma generalmente sui massimi rilievi montuosi permane al suolo circa da ottobre alla fine di maggio, 
mentre alle quote medie per 2-3 mesi. In primavera è presente un altro picco di precipitazioni, ma di 
minore entità rispetto a quello autunnale, che si riduce lievemente in estate, quando i fenomeni 
assumono carattere temporalesco. 
Le risorse naturali di quest’area sono da sempre state sfruttate dall’uomo, la cui presenza si 
esercitava, un tempo, con una pressione sul territorio assai più capillare ed intensa di oggi, fatto 
testimoniato dalla presenza di “casere”, malghe, “calchere”(usate per la produzione della calce), etc, 
che sono oggetto di opere di ristrutturazione da parte dell’Ente Parco che punta anche alla 
valorizzazione culturale di questi luoghi. 
 
2.2 La vegetazione del Parco 
 
Il Parco contiene una gran varietà di specie vegetali, soprattutto per quanto riguarda il patrimonio 
floristico che annovera molte specie alpine rare ed endemismi (come la Campanula morettiana, 
simbolo del Parco), risultato dell’incontro e la coesistenza di entità floristiche centro-europee ed 
illirico-balcaniche.

Preview dalla tesi:

Caratteristiche forestali dei siti di nidificazione di Picchio nero (Dryocopus martius) nel Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Varaschin
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze Forestali ed Ambientali
  Relatore: cristiana Colpi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 231

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

parco nazionale dolomiti bellunesi
nesting sites
dryocopus martius
picchio nero
black woodpecker
siti di nidificazione di picchio nero
forest characteristics
caratteristiche forestali
pianta nido
nesting trees

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi