Skip to content

Da nido delle aquile a porta dei Balcani. Prospettive di sviluppo dell'Albania sulla strada dell'integrazione europea

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Da nido delle aquile a porta dei Balcani. Prospettive di sviluppo dell'Albania sulla strada dell'integrazione europea, Pagina 11
 19
pubblica utilità, attribuisce al Capo di Stato la facoltà di mobilitare le forze armate e di 
sciogliere l’Assemblea nazionale.  
I giuristi della Commissione sono stati attenti a garantire un forte impianto 
istituzionale nel rispetto della particolare situazione albanese. Infatti, non 
predeterminando una religione di stato, essi avrebbero attenuato le forti tensioni sociali 
e le divisioni tra i musulmani, gli ortodossi e i cattolici. 
L’Assemblea nazionale, supremo organo legislativo e con vaste competenze in 
materia finanziaria, è composta dai rappresentanti delle tre confessioni religiose 
esistenti, dall’Alto Commissario per la Banca nazionale albanese, da tre deputati per 
ogni sangiaccato eletti in maniera indiretta, e da personalità nominate direttamente dal 
sovrano. La composizione dell’Assemblea conferisce, tuttavia, un forte impianto 
conservatore ad un organismo che avrebbe dovuto, al contrario, elaborare scelte 
coraggiose ed innovative finalizzate al consolidamento dell’autonomia e 
dell’indipendenza.  
Dunque, lo Statuto non modifica in alcun modo gli equilibri esistenti, dal momento 
che non favorisce l’ascesa di una nuova classe dirigente. Esso pone in essere numerosi 
conflitti tra esecutivo e legislativo vanificando l’azione di governo e le speranze di 
miglioramento che le masse contadine ripongono nel nuovo assetto.  
 
 
1.3. La prima guerra mondiale 
 
Nonostante la Conferenza degli ambasciatori di Londra avesse sancito la neutralità 
del nuovo stato, l’Austria-Ungheria preme sul principe affinché l’Albania entri nel 
primo conflitto mondiale come alleato degli imperi centrali. Tuttavia, Guglielmo resiste 
alle pressioni di Vienna non tanto per ottemperare a quanto deliberato dalla Conferenza 
quanto piuttosto perché consapevole dello scarso consenso popolare al suo potere, 
conscio che un appello alla mobilitazione generale sarebbe caduto nel vuoto. Come 
ritorsione alla resistenza del principe, Vienna, fino ad allora sua principale sostenitrice, 
sospende i finanziamenti al principato. La ritorsione induce inevitabilmente il principe 
ad abbandonare con il suo gabinetto l’Albania (1° settembre 1914).
39
  
Durante la guerra si verificano profondi cambiamenti interni. In primo luogo, i 
ricchi proprietari terrieri escono dal conflitto screditati e incapaci di porsi alla guida di 
un processo innovativo che abbia come fine ultimo quello della pacificazione interna, 
della costruzione di un tessuto sociale unico e, dunque, dell’unità e dell’autonomia 
nazionale. 
D’altra parte, nonostante la guerriglia e l’occupazione di truppe straniere (italiane, 
francesi, greche, serbe e montenegrine), una parte della popolazione delle città è 
maturata, ma ancora ad uno stadio embrionale, come piccola e media borghesia delle 
professioni e del commercio e inizia a concepire un sentimento di identità e 
indipendenza. Questo processo di maturazione nazionale è sostenuto, intellettualmente e 
finanziariamente, dalle comunità albanesi all’estero. Oltre a quella italiana e a quella 
svizzera, è molto attiva in questo periodo la comunità dei residenti negli Stati Uniti 
d’America.  
Il processo sfocia nella creazione di una federazione (Votra, focolare) e di un partito 
nazionale albanese che rivendica l’indipendenza e che chiede al governo italiano, le cui 
truppe occupano la maggior parte del territorio, la convocazione di un’assemblea per la 
creazione di un governo nazionale. L’allora ministro degli Esteri italiano Sidney 
Sonnino risponde alle richieste albanesi dando il proprio consenso alla convocazione di 
un congresso per la costituzione di un consiglio nazionale e di un comitato esecutivo 
                                                 
39
 Ivi, pp. 94-99 

Preview dalla tesi:

Da nido delle aquile a porta dei Balcani. Prospettive di sviluppo dell'Albania sulla strada dell'integrazione europea

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Lecis
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Gianfranco Bottazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 128

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi