Skip to content

Da nido delle aquile a porta dei Balcani. Prospettive di sviluppo dell'Albania sulla strada dell'integrazione europea

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Da nido delle aquile a porta dei Balcani. Prospettive di sviluppo dell'Albania sulla strada dell'integrazione europea, Pagina 3
 11
Infatti, l’albanese contemporaneo, che giace in una posizione di dipendenza e di 
inferiorità nei confronti dell’Occidente, nutre un profondo disprezzo per il proprio 
passato e la propria identità, non manifesta un reale interesse per la comprensione della 
propria cultura nazionale, ma al contrario emula i modelli di riferimento delle società 
occidentali. Gli stessi intellettuali, che dovrebbero svolgere un ruolo fondamentale nel 
processo di maturazione della società civile, non riflettono sul passato del proprio paese 
e sugli errori compiuti dalla classe dirigente albanese nel corso del Novecento, proprio a 
causa della resistenza oscurantista della cultura clanica tradizionale che non ammette 
critiche nei confronti dei propri genitori e, quindi, delle generazioni che hanno lasciato 
cadere l’Albania nella dittatura. La società civile, dunque, non ha ancora fatto i conti 
con il proprio passato, quel lavoro di autoanalisi storica necessario per chiudere 
definitivamente un capitolo della propria storia e iniziare il successivo.
14
 
In un siffatto contesto il ruolo delle organizzazioni internazionali (governative e 
non) diventa assolutamente indispensabile allo sviluppo dell’Albania e, in particolare, il 
processo di associazione all’Unione europea si configura come un’ineguagliabile 
opportunità per sollevare finalmente il paese dalla condizione di sottosviluppo (o non 
sviluppo) in cui versa. A tale proposito, Badare, uno dei maggiori esponenti della 
letteratura albanese contemporanea, ha affermato che “il Kosovo, l’Albania, i Balcani 
hanno ancora tutti bisogno della supervisione europea”, che ciò non “danneggia la 
sovranità, la dignità e l’autorità di questi paesi, ma al contrario le sostiene. I popoli dei 
Balcani e noi albanesi dovremmo comprendere che questa è una grande opportunità, che 
comporta, primo, il rafforzamento delle relazioni con l’Unione europea e, secondo, il 
miglioramento dei rapporti con i paesi vicini”
15
. 
 
L’idea del “ritorno in Europa” è stata centrale anche nella trasformazione dei paesi 
post comunisti dell’Europa centrale e orientale, i quali hanno compiuto immani sforzi 
per essere riconosciuti come membri effettivi della famiglia europea.
16
 “La 
trasformazione nazionale dei paesi dell’Europa centrale e orientale è accompagnata da 
un’incisiva penetrazione dell’Europa al loro interno sia come idea mobilitante nei 
discorsi politici dei leaders nazionali al fine di legittimarne le riforme sia come attore 
politico concreto, nella forma della Commissione europea, raccomandando i governi dei 
paesi candidati, monitorando le riforme, offrendo assistenza finanziaria e conducendo i 
negoziati in vista dell’adesione”
17
. 
Sulla scia di quanto già avvenuto in questi paesi, il processo di integrazione europea 
continua a stimolare e a guidare la trasformazione nazionale di altri paesi e “il successo 
dei paesi dell’Europa centrale e orientale nel soddisfare i criteri di adesione all’Unione 
europea” può motivare “i paesi balcanici occidentali a condividere le medesime 
aspirazioni”
18
.  
La Romania, che insieme alla Bulgaria è entrata a far parte dell’Unione europea dal 
1° gennaio 2007, è un esempio dello straordinario impatto che il processo di adesione 
può avere sulle società e sulle economie dell’Europa sudorientale. Infatti, dal momento 
in cui il paese è stato ufficialmente candidato a entrare nell’Unione lo stock di 
                                                                                                                                               
un paese che potesse avviarsi verso un solido futuro, ma aveva solo voglia di riprendersi nel più breve 
tempo possibile e con il massimo della voracità tutto ciò che lo stato le aveva negato o sottratto per quasi 
cinquanta anni, vale a dire benessere e libertà”. (tratto da ORLANDO Cristiano, op. cit., p. 139) 
14
 BAZZOCCHI C. (a cura di), LUBONJA F., Intervista sull’Albania. Dalle carceri di Enver Hoxha al 
liberismo selvaggio, Casa Editrice Il Ponte, Bologna, 2004 
15
 BOGDANI Mirela, op. cit., p. 126 
16
 Ivi, p. 121 
17
 BATT J. (edited by), op. cit., p. 9 
18
 BOGDANI Mirela, op. cit., p. 121 

Preview dalla tesi:

Da nido delle aquile a porta dei Balcani. Prospettive di sviluppo dell'Albania sulla strada dell'integrazione europea

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Lecis
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Gianfranco Bottazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 128

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi