Skip to content

Da nido delle aquile a porta dei Balcani. Prospettive di sviluppo dell'Albania sulla strada dell'integrazione europea

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Da nido delle aquile a porta dei Balcani. Prospettive di sviluppo dell'Albania sulla strada dell'integrazione europea, Pagina 5
 13
 
Capitolo primo 
L’evoluzione statuale dell’Albania 
 
 
Prima di raccontare la storia dell’Albania, dal declino dell’Impero ottomano fino ai 
giorni nostri, è necessario chiarire il significato dei termini scelti per la stesura di questo 
breve profilo storico. Oggetto di questa tesi è, infatti, l’Albania politica, nel senso 
statuale del termine, da non confondere con l’Albania-nazione
21
, che travalica sia i 
confini naturali che quelli politici e comprende quei distretti limitrofi che, pur essendo 
popolati in maggior numero da albanesi, sono parte integrante del territorio politico dei 
paesi confinanti.
22
  
Il prossimo paragrafo offre un panoramico quadro d’insieme delle terre albanesi alla 
vigilia dell’indipendenza dello Stato dall’Impero ottomano. La narrazione degli eventi è 
accompagnata volutamente da accurate descrizioni ambientali, per dimostrare come i 
fattori geografici abbiano influito sullo sviluppo del paese e sulla percezione che gli 
albanesi hanno di se stessi. Questi, infatti, chiamano se stessi shqipëtari, abitanti delle 
rocce, e la propria terra Shqipëria, nido delle aquile
23
, proprio per le peculiari 
caratteristiche del suolo. 
 
 
1.1. Alla vigilia dell’indipendenza 
 
Alla vigilia dell’indipendenza il territorio albanese è aspro e densamente ricoperto di 
foreste, la costa è paludosa e malsana e conta pochi porti praticabili. L’assenza di 
infrastrutture di base e le asperità del territorio limitano le comunicazioni tra le diverse 
tribù, i cui rapporti, caratterizzati da una latente ostilità, ostacolano il raggiungimento di 
una coscienza nazionale.
24
  
I trasporti avvengono utilizzando i carri e le bestie da soma, ma non tutte le strade 
sono carrozzabili, e solo intorno al 1910 si provvede a rialzare il fondo stradale, che 
durante l’inverno è reso impraticabile dalle precipitazioni, e a sostituire i ponti in legno 
con ponti in muratura e in ferro.  
L’economia è prevalentemente agro-pastorale e fortemente arretrata. L’agricoltura è 
praticata ancora con metodi primitivi e la produzione è sufficiente per la sola 
sussistenza, tuttavia gli agronomi dell’epoca sostengono che l’agricoltura albanese 
risulterebbe più produttiva se fosse opportunamente modernizzata, date le favorevoli 
circostanze climatiche che consentono una produzione diversificata: gli agrumi sul 
litorale meridionale, gli uliveti nelle campagne di Valona, Berat e Tirana, i cereali e il 
mais sull’intero territorio ad esclusione del litorale paludoso, i vigneti, quasi sempre 
danneggiati dalla peronospora
25
, e il gelso. Tuttavia, i contadini utilizzano strumenti 
inadeguati e non esiste un sistema di irrigazione delle terre, nonostante la presenza di 
corsi d’acqua ricchi anche d’estate.  
                                                 
21
 Questa è composta da due raggruppamenti etnici, i gheghi a nord e i toschi a sud, contraddistinti da un 
peculiare dialetto, ma entrambi riconducibili alle medesime caratteristiche somatiche: pigmentazione 
scura (pelle, capelli, occhi), pelo liscio, naso aquilino, brachicefalia
21
, cranio relativamente piccolo, viso 
lungo e stretto, statura medio-alta. 
22
 VLORA Alessandro K., La nuova Albania, Istituto Geografico Militare, Firenze, 1978, p. 1210 
23
 Ivi, p. 1226 
24
 BIAGINI Antonello, Storia dell’Albania dalle origini ai giorni nostri, Bompiani, Milano, 1998, p. 63 
25
 Nome generico di numerose malattie delle piante, provocate da funghi di generi diversi e caratterizzate 
dalla comparsa di un’efflorescenza biancastra sulle foglie.  
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Da nido delle aquile a porta dei Balcani. Prospettive di sviluppo dell'Albania sulla strada dell'integrazione europea

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Lecis
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Gianfranco Bottazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 128

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi