Skip to content

Das deutsche und italienische Wohlfahrtsstaaten-Modell: Konservative Regime? Analyse der Gesundheitssysteme im Vergleich

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Das deutsche und italienische Wohlfahrtsstaaten-Modell: Konservative Regime? Analyse der Gesundheitssysteme im Vergleich, Pagina 7
Das deutsche und italienische Wohlfahrtsstaaten-Modell: Konservative Regime? Analyse der Gesundheitssysteme im Vergleich 
 
7 
 
mit seiner Analyse  von einem linearen zu einem interaktiven Ansatz der Definition 
und Erkl rung des Wohlfahrtsstaates  berzugehen  30. Er erkennt die Arbeiter-
organisation als entscheidenden Faktor f r die Entw icklung der sozialen, politischen 
und wirtschaftlichen Merkmale eines Staates an. In Bezug auf die Klassen-
mobilisierungsthese, vertritt er die Meinung, dass diese Interessenvertreter auf Grund 
ihrer Kr fteverh ltnisse sowie ihrer Organisationss truktur, ihrer politische und 
konfessionelle Spaltung und ihrer Handlungsf higkei t das soziale, politische und 
 konomische Leben eines Staates stark beeinflussen. 31 Allerdings gibt es nicht nur 
einen Faktor, der die Entwicklung des Wohlfahrtsstaates erkl ren kann. 
Entscheidender ist f r Esping-Andersen die Wechselw irkung mehrerer Faktoren. 
Von Bedeutung sind bei den von ihm betrachteten Staaten die  jeweiligen 
Koalitionsbildungspr ferenzen der neuen Mittelklass en 32, die sich in der 
Nachkriegszeit entwickelt haben. In dieser historischen Phase werden neue 
Machtverh ltnisse gebildet. Neue Privilegien werden  bestimmten Personen je nach 
sozialer Klasse und dem damit verbundenen Status zugeordnet. Der sozialpolitische 
Traum scheitert und das liberale Denken etabliert sich. In der Tat haben die 
politischen Entscheidungen des Mittelstandes zu einer starken und dauerhaften 
Prinzipienfestlegung der jeweiligen Wohlfahrtsstaaten beigetragen. Das skandi-
navische Modell bleibt fest in dem universalistischen Prinzip der Sozialrechte 
verankert und integriert es mit einer Anpassung der Wohlfahrt an die Bed rfnisse des 
Mittelstandes. In den angels chsischen Nationen dag egen findet kein Kompromiss 
zwischen Staat und Mittelklasse statt. Die Armen und Arbeiter bleiben von staatlichen 
Sozialleistungen abh ngig. Die Mittelschicht orient iert sich an dem privaten Markt 
(Dualismus)33. Das kontinentaleurop ische Modell zeigt einen Mit telweg auf. Die 
konservativen politischen Klassen unterst tzen den Aufstieg der Mittelschicht, 
behalten aber das  berufsst ndische Sozialversicherungssystem  34 bei. Anhand 
dieser Betrachtungen und unter der Ber cksichtigung  l nderbezogener Hierarchien, 
der Privatmarktentwicklungsst nde und der historisc hen Variablen, erkennt Esping-
Andersen teilweise erhebliche Unterschiede zwischen den Staaten und klassifiziert 
                                            
30
 Esping-Andersen (1989), S. 52. 
31
 Vgl. Esping-Andersen (1989), S. 47 ff. 
32
 Esping-Andersen (1989), S. 40. 
33
 Esping-Andersen (1989), S. 51. 
34
 Esping-Andersen (1989), S. 52. 

Preview dalla tesi:

Das deutsche und italienische Wohlfahrtsstaaten-Modell: Konservative Regime? Analyse der Gesundheitssysteme im Vergleich

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Ricciardi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Universität zu Köln
  Facoltà: Scienze Sociali
  Corso: Volkswirtschaftslehre
  Relatore: Frank Schulz-Nieswandt
  Lingua: Tedesco
  Num. pagine: 53

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comparazione dei sistemi sociali
das deutsche wohlfahrtssystem
das gesundheitssystem
das gesundheitssystem in deutschland
das gesundheitssystem in italien
das italienische wohlfahrtssystem
das konservative wohlfahrtsregime
das liberale wohlfahrtsregime
das sozial-demokratische wohlfahrtsregime
dati statistici
de-kommodifizierung
de-mercificazione
die drei welten des wohlfahrtskapitalismus
gøsta esping-andersen
occupational and universalistic welfare states
sistema sociale italiano
sistema sociale tedesco
southern european welfare regimes
stratificazione
stratifizierung
the three worlds of welfare capitalism
wohlfahrtsstaat

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi