Skip to content

Design of the Electrical and Lighting systems of a sport centre: planning and management

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Design of the Electrical and Lighting systems of a sport centre: planning and management, Pagina 5
Candidato Luca Meloncelli
Relatore Prof. Salvatore Celozzi
Sebbene ogni struttura sia stata considerata a sé, esistono problematiche (e quindi soluzioni) che si 
ripetono, per cui anche la sola esperienza acquisita qualche giorno prima può rivelarsi utile. Esiste altresì 
una ripetizione nei parametri presi in considerazione. Essi possono essere riassunti come segue:
1. Illuminamento orizzontale: illuminamento solitamente dall'alto, con flusso che abbia almeno una 
componente normale al terreno. Definisce lo stato di adattamento dell'occhio e necessita di 
particolare attenzione laddove lo sport preveda la visione di oggetti staccati da terra, ad altezza 
superiore ai giocatori stessi. È di interesse anche nelle zone di esodo e camminamento. 
2. Illuminamento verticale: illuminamento su un piano perpendicolare a quello orizzontale, con la 
direzione del flusso parallelo al piano orizzontale. Esso è di particolare importanza per l'ottenimento 
di un adeguato contrasto e per l'identificazione di oggetti in movimento. Andrà curato il rispetto dei 
requisiti in termini non solo di valore assoluto, ma anche in termini di direzionalità per una corretta 
visione di tutti i partecipanti, degli oggetti in movimento, delle traiettorie da essi assunte e di un 
eventuale pubblico spettatore. Viene misurato ad una quota standard di 1,5 m dal terreno.
3. Uniformità: esso è un criterio trasversale rispetto al primo ed al secondo. Può essere considerato un 
fattore “qualifier” nel senso che oltre un certo livello stabilito dalle esigenze non è necessario 
migliorare, ma al di sotto di tale soglia non si può andare.  Mediante un valore appropriato, infatti, si 
garantisce all'occhio dell'attore coinvolto (sia egli spettatore o partecipante) e alla telecamera bassi 
tempi di adattabilità e una efficiente distinzione degli elementi, siano essi in quiete o in moto. 
Esistono più modi empirici per esprimere l'uniformità, definita quindi come rapporto tra illuminamento 
minimo e massimo raggiunto o, analogamente, tra illuminamento minimo e medio ottenuto. Si noti 
che tale coefficienti risulterà sempre minore di 1 e laddove tenda all'unità si avrà una uniformità 
maggiore. È possibile definire, in accordo con la visione sistemica dell'ambiente da progettare, indici 
di gradienti di uniformità prendendo in considerazione, per ogni punto, gli otto punti adiacenti in un 
reticolo virtuale tracciato sul piano orizzontale formato da linee equidistanziate. Si prende quindi in 
considerazione lo scostamento percentuale del punto centrale dal valor medio raggiunto dagli altri 
otto.
4. Abbagliamento: viene preso in considerazione laddove ci si trovi in presenza di superfici brillanti ad 
alta riflettenza. Limita o riduce il comfort visivo dei partecipanti e degli spettatori. Particolare 
attenzione va prestata quindi all'installazione dei corpi illuminanti, alla direzione e al verso del flusso 
luminoso, nonché alla direzione visiva. In casi più rari occorre dedicarsi anche alle zone limitrofe alle 
installazione, per circoscrivere tale fenomeno e far sì che gli effetti arrechino problemi a passanti, 
conducenti, abitanti, etc. In generale l'abbagliamento può essere attenuato mediante l'impiego di 
componenti a bassa dispersione di flusso, più o meno sofisticati, come utilizzo di tecniche per 
ottimizzarne la direzione di puntamento e distribuzione.
5. Ombre: sono influenzate dalle direzioni assunte dai corpi illuminanti e determinano una maggiore 
facilità nell'identificazione degli oggetti presenti. Con fasci di illuminazione fortemente direzonali si 
ottengono ombre distinti e forme forti, con fasci meno concentrati situazioni opposte, ragion per cui è 
auspicabile una situazione intermedia (in medio stat virtus), più spostata a seconda delle esigenze e 
delle risorse disponibili.
6. Resa cromatica e colore della luce: fondamentale praticamente in tutti gli sport, specie in quelli di 
squadra.
                                                                                                                                          8
                                                                                                                            

Preview dalla tesi:

Design of the Electrical and Lighting systems of a sport centre: planning and management

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luca Meloncelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria gestionale
  Relatore: Salvatore Celozzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 113

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi