Skip to content

Drammatica bellezza. Estetica e storia in Hans Urs von Balthasar

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Drammatica bellezza.  Estetica e storia in Hans Urs von Balthasar, Pagina 6
7 
 
“informazione”: essa mi insegna che io sono e che cosa sono mediante ciò che non sono; “io sono” 
significa: io non sono le varie cose che mi circondano in quanto sono delimitato da esse e sperimento 
questa esperienza e ricevo così la mia “informazione”, “nella mia forma vengo delimitato da tutto”, ma in 
questo modo condetermino tutto l’altro da me.
32
 
    La farfalla, come ripete spesso e in vari modi Claudel, non è comprensibile senza il fiore su cui si 
posa, e la stella più lontana è indispensabile per essere ciò che sono. Pertanto la verità del mondo è 
paragonabile a una magnifica sinfonia
33
 mozartiana, in cui ogni singolo suono è mirabilmente e 
armonicamente collegato agli altri.  La forma, dunque, è «il tutto nel frammento», come recita il 
titolo di una delle sue più famose opere, ma anche il frammento nel tutto, inscindibilmente legato al 
tutto. In modo particolare la figura di un’opera d’arte, di letteratura o di filosofia, deve essere 
inserita secondo Balthasar in quel tutto che è l’intero corpus delle opere di quell’autore, così come 
la figura di quello stesso autore deve essere collocata nel tutto che è un’epoca di cui egli fa parte, e 
che per la sua parte contribuisce a formare e «informare».  
Questa fenomenologia della Gestalt sta al centro dell’intera trilogia teologica di Balthasar. 
Tramite essa egli compie una vera svolta estetica in teologia fondando la possibilità della 
rivelazione sul pensiero estetico intuitivo del soggetto capace di cogliere nella Gestalt il tutto, 
l’infinito, e per tanto  costitutivamente aperto ad una possibile teofania. Per Balthasar le forme del 
mondo nello scorrere della sua storia sono, dunque, ciò di cui Dio si serve per rivelarsi. «L’essere 
assoluto si serve per manifestarsi nella sua abissale personale profondità della forma del mondo 
nella sua duplice lingua: ineliminabile finitezza della forma singola e rimando incondizionato e 
trascendente di questa forma singola all’essere in generale»
34
. Balthasar utilizza la simbologia 
musicale della sinfonia per descrivere la rivelazione di Dio nella storia tramite l’armonico 
intrecciarsi delle forme del mondo.  
Dio «sta eseguendo una sinfonia, della quale non è possibile dire cosa sia più maestoso, se l’ispirazione 
unitaria della composizione oppure l’orchestra polifonica della creazione, che egli si è preparato a questo 
scopo. […] Non sono previsti altri spettatori all’infuori di coloro che suonano: eseguendo la sinfonia 
divina - la cui composizione non può essere in alcun modo ricavata dagli strumenti e neppure dal loro 
insieme -, tutti conoscono per quale scopo sono radunati. All’inizio siedono, estranei e nemici, l’uno 
accanto all’altro. Improvvisamente, quando l’opera comincia, comprendono perfettamente come tutti si 
integrano a vicenda. Non all’unisono, ma – cosa molto più bella – in una sinfonia»
35
.  
Se Dio si rivela tramite la sinfonia delle forme del mondo, ciò significa che in esse Egli lascia e 
imprime in modo profondo e misterioso la sua immagine, la sua bellezza, la sua gloria. Quali 
teologie hanno saputo vedere questa fondamentale rivelazione estetica di Dio nel mondo? A questa 
domanda Balthasar risponde mostrando nel secondo e nel terzo volume di Gloria gli stili teologici 
di dodici eminenti figure che nell’arco della storia bimillenaria del cristianesimo hanno saputo porre 
al centro delle loro teologie la rivelazione gloriosa di Dio nel mondo
36
. Queste dodici figure 
teologiche rappresentano come una sintesi della storia dell’estetica teologica. Quali metafisiche 
lungo la storia del pensiero occidentale hanno saputo vedere e mantenere la relazione estetica tra 
soggetto e oggetto nella meravigliosa e spontanea accordatura ontologica, e quindi nella possibilità 
                                                 
32
 Teologica II, p. 26. 
33
 H. U. von Balthasar, La verità è sinfonica, Jaca Book, Milano 1991. 
34
 Gloria IV, p. 36. 
35
 Ivi, pp. 8-9. 
36
 Cfr. Gloria II e III.
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Drammatica bellezza. Estetica e storia in Hans Urs von Balthasar

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gianni Vidoni
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Alessandro Bertinetto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 135

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

estetica
teologia
ontologia
metafisica
storia dell'estetica
bellezza
gloria
hans urs von balthasar
trascendentali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi