Skip to content

Educazione italiana all’estero: il caso dell’Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Educazione italiana all’estero: il caso dell’Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera, Pagina 7
8  soc iale , in uno scenario caratterizzato dall’assenza di un’efficace rete di istruzione 
na z ionale , tanto c he a l 17 mar z o 1861 gli it a li a ni e ra no a nc or a pe r la maggior pa rte diale tt ofon i , c on un tasso medio di analfabetismo pari a circa il 78%, a fronte dell’11% 
di citt a dini e ff e tt ivame nt e in gra do di l e gge re e s c rive re 2 .      Nel medesimo emblematico anno entrò in vigore l’atto di nascita della scuola italiana, 
ovve ro la Le gge C a s a ti 3 , la quale, pur introducendo l’obbligo scolastico per i due anni del 
c iclo infe rior e de ll a sc uo la prima ria , già da ll a propr ia strutt ura rive lava un a c onc e z ione elitaria dell’educazione: solo al Titolo V, l’ultimo, era riservata la regolamentazione 
dell’ist ruz ione e l e menta r e , mentr e la p a rte più c o nsis tente de l doc um e nto rigua rda v a la discipl ina di univer sit à , a c c a d e mi e , li c e i e ist it uti t e c nici.      A se guit o de l de c li no de i gove rni de ll a De stra moder a ta, e r e de di C a vour, ne l 1876 in I talia giuns e ro a l pot e re le for z e de ll a S ini stra , la c ui prima rif orm a a tt ua ta, lega ta all’obiettivo dell’ampliamento del suffragio elettorale, fu la Legge Coppino del 1877, che 
ribadiva l’obbligo della frequenza scolastica, questa volta per i bambini dai sei ai nove 
a nni. Tut tavia , a c a usa dell’immutata precarietà delle condizioni economiche delle 
fa mi gli e it a li a ne , per le quali l’agricoltura costituiva la fonte prima ria di so stenta mento e 
c he non potev a no rinu nc iar e a ll e e ntr a te de l lavor o de i figli mi nori, e c ompl ice l’insuf fic ienz a de l numer o de gli insegna nti e de ll a c a pa c it à de i c omuni di a ssi c ura r e il rispe tt o de ll a norma , fino a ll a fine de l se c olo la pe rc e ntuale d e gli a na lfa b e ti si mante nne mol to e leva ta, pe r sc e nd e re poc o a l di sott o de l 50 % solo ne i primi de c e nni de l XX se c olo.      I n tale c ontesto , non stupi sc e la c re sc e nte im pe nna ta subi ta da ll e mi gra z ioni di qua nti a spira va no a trova re un lavor o re ddit izio e a mi gli ora re il propr io tenor e di vit a : se ne gli anni Sessanta dell’Ottocento lasciava il Paese una media di 100.000 persone l’anno, 
quest’ultima salì a 600.000 unità tra il 1900 e l’inizio della Prima guerra mondiale, per 
un tot a le di c irc a 14 mi li oni di e mi gra ti a pa rtire da l 1876, a nno de ll a prima rile va z ione uff icia le 4 .   2 Al momento dell’unificazione si contavano circa 22 milioni di abitanti (secondo i confini 
dell’epoca, dunque escludendo le regioni del Veneto e del Lazio, le quali ospitavano circa 4 
m i l i o ni d i pe r son e) , d i cu i s ol o 5 m i l i on i av eva no f r eq uent a t o un cor so d i i s t r u zi o ne el em ent ar e . Fonte : I st i t u t o N a zi on al e di Sta t i s t i ca [ I ST A T], ht t p: / / s er i es t or i che .i s t a t .i t / . 3 R. D . L. 13 novem br e 18 59, n. 3725 , em ana t o dal R egn o di Sar deg na e, a se gu i t o del l a sua en t r at a i n vi g ore nel 1861, esteso a tutto il Regno d’Italia. 4 C f r . h t t p : / / s er i es t or i ch e.i st a t .i t / .

Preview dalla tesi:

Educazione italiana all’estero: il caso dell’Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Nonino
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Lettere
  Corso: Italianistica
  Relatore: Angelo Gaudio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

interculturale
emigrazione
glottodidattica
legge
ministero degli affari esteri
baviera
formazione permanente
istituto italiano di cultura
corsi lingua italiana
educazione italiana all'estero

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi