Skip to content

Figli contesi e conflittualità genitoriale dopo la legge sull'affido condiviso - Il ruolo del diritto e della psicologia nella composizione del conflitto

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Figli contesi e conflittualità genitoriale dopo la legge sull'affido condiviso - Il ruolo del diritto e della psicologia nella composizione del conflitto, Pagina 9
convertire il senso di inadeguatezza spostando sull'altro la "colpa" per non aver saputo 
affrontare gli ostacoli salvando l'unione. Emergono in questa fase diverse tendenze che possono 
collocarsi fra due poli opposti: quello in cui si nega la separazione e si cerca di mantenere 
quanto piø possibile le condizioni precedenti, limitando al minimo i cambiamenti (siamo 
sempre la stessa famiglia, manteniamo un unico conto in banca...) e quello in cui si compete 
affinchØ ogni vincolo venga dissolto e ciascun individuo ottenga il massimo beneficio nella 
contrattazione. Everett e Volgy definiscono questa fase facendo riferimento al processo di 
deconnessione strutturale che la caratterizza: come all'inizio la famiglia si era formata sulla 
base di un processo di connessione strutturale in cui "componenti separate di un sistema in 
evoluzione si sviluppano in unità organizzative" (Everett , Volgy 1981, p. 483), così nella fase 
decisionale della separazione Ø necessaria una “deconnessione” dalle relazioni precedenti, e 
l’avviarsi di un altro processo di connessione strutturale, con nuove reti di relazioni 
significative che sostituiscano quelle che si stanno perdendo. 
La seconda fase, quella della separazione fisica conseguente alla separazione legale, Ø l'evento 
piø difficile da affrontare sul piano emotivo. Per chi si allontana, perchè avverte il senso di 
esclusione dall'insieme degli elementi costitutivi del contesto familiare. Per chi resta, che 
avverte il senso di mancanza in base ai diversi posti vuoti che vengono lasciati da chi si 
allontana: quello nel letto matrimoniale, quello a tavola o in altri spazi dove si realizzavano le 
relazioni della coppia e della famiglia. 
Byng Hall (1995) ha ipotizzato l'esistenza in ogni famiglia di uno script di attaccamento, a 
livello della coppia e a livello del rapporto genitore/figlio. Egli introduce infatti il concetto di 
script familiare intendendo con ciò le sequenze comportamentali che caratterizzano la famiglia 
L'identificazione negli script familiari fa parte del processo di definizione della propria identità 
e le relazioni familiari rappresentano il contesto in cui si sviluppa la percezione del SØ come 
entità distinta da tutte le altre, la sensazione di continuità e costanza rispetto al variare delle 
situazioni, la modalità con cui gli altri confermano, rifiutano, disconfermano la propria identità. 
E’ quindi inevitabile che la separazione e la disorganizzazione delle relazioni familiari 
producano un senso di perdita che intacca la propria sicurezza personale e la percezione della 
propria identità e provoca la necessità di affrontare un processo di lutto anche per la perdita del 
vecchio script familiare (Byng-Hall 1995, p. 45-48). 
Si possono così definire, secondo Byng-Hall differenti percorsi nel processo dinamico della 
separazione in base allo stile familiare pre-esistente. Nella famiglia base sicura si affrontano le 
difficoltà e si esplorano nuove soluzioni sostenendosi reciprocamente nel dolore; nella famiglia 
evitante/disimpegnata si tende a negare le difficoltà e i sentimenti di dolore e non ci si impegna 
16 

Preview dalla tesi:

Figli contesi e conflittualità genitoriale dopo la legge sull'affido condiviso - Il ruolo del diritto e della psicologia nella composizione del conflitto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maria Gandini
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Scienze psicologiche
  Relatore: Gian Luca Barbieri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 112

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

affido condiviso
clirim fejzo e vyosa demcolli
conflitto familiare
diritto e psicologia
fasi della separazione
legge 54/2006
madre malevola
mediazione familiare
mobbing genitoriale
omicidio reggio emilia clirim e vyosa
orfani di vivi
ruolo del giudice nel conflitto coniugale
separazione - patologie dei figli
separazione - patologie dei genitori

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi