Skip to content

Geopolitica dell’Islam nel Caucaso Settentrionale

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Geopolitica dell’Islam nel Caucaso Settentrionale, Pagina 5
5 
l'Afghanistan, deve la sua rinnovata importanza strategica al fatto di trovarsi all'incrocio tra Asia 
Centrale, Bassopiano Sarmatico e Vicino Oriente, regioni ricchissime di petrolio e gas naturale 
(GN) e di essere di conseguenza uno snodo imprescindibile per i collegamenti energetici tra Europa 
e Asia. La guerra delle pipeline che dai primi anni Novanta ha visto il blocco occidentale composto 
da USA, UE e Turchia, contrapporsi alla Federazione Russa, all'Iran e alla Cina per il controllo dei 
giacimenti e delle nuove rotte energetiche, ha inciso in maniera preminente sulla sicurezza e la 
stabilità della Ciscaucasia e della Transcaucasia le due aree in cui si è soliti dividere il Caucaso a 
partire dal tramonto del potere sovietico. La fine dell'URSS ha innescato nella regione dinamiche 
geopolitiche che si riflettono nella stessa terminologia geopolitica russa che utilizza per le due parti 
espressioni come “estero interno” ed “estero vicino” per sottolineare il loro nuovo status e una 
fortissima alterità con il resto della Federazione. Mentre la Ciscaucasia, divisa in nove soggetti 
federali,
3
 è rimasta sotto il controllo di Mosca, la Transcaucasia, costituita dalle tre repubbliche di 
Armenia, Azerbaijan e Georgia, è fuoriuscita dalla sua orbita. Il tramonto dell'utopia dell'“uomo 
nuovo sovietico” (“novyj sovetskij če l o vek”) ha inoltre riportato alla luce le vecchie identità etniche, 
religiose e culturali. Nel Caucaso questi indicatori di appartenenza sono riapparsi più forti che nel 
resto dell'ex Unione Sovietica. L'evoluzione politica della regione successiva agli eventi del 1991 
va letta nel quadro del confronto-scontro tra Occidente e Federazione Russa, con Washington e 
Bruxelles determinate a scalfire il dominio russo nella Ciscaucasia e a inglobare le repubbliche 
transcaucasiche nella propria sfera d'influenza e Mosca determinata a riaffermare la propria autorità 
in un quadrante strategico per la sicurezza nazionale e a sostenere una crescita economica incentrata 
sull'esportazione di idrocarburi e sul controllo della loro rete di trasporto. Il Caucaso è così 
diventato uno dei molteplici fronti dove si scontrano gli interessi divergenti delle maggiori potenze 
globali. L'altissima conflittualità interna, aggravata da pressioni esterne, ha trasformato il Caucaso 
in una'area altamente instabile. Il nuovo ciclo di guerre e instabilità politica esplose tra fine anni 
Ottanta e inizio anni Novanta mise fine ai precari equilibri raggiunti in epoca sovietica. I conflitti 
combattuti nel ventennio 1988-2009,
4
 accompagnati da modifiche territoriali e pulizie etniche 
hanno avuto la loro causa scatenante nella politica delle nazionalità promossa da Stalin prima in 
qualità di Commissario del popolo per le nazionalità e poi di Segretario Generale del PCUS allo 
scopo di impedire il ripetersi di quanto era accaduto all'epoca della Rivoluzione d'Ottobre, allorchè i 
governatorati caucasici si resero indipendenti dalla Russia dando vita alla Repubblica del Caucaso 
3
 Repubbliche di Adighezia, Cecenia, Cabardino-Balcaria, Daghestan, Inguscezia, Karachay-Circassia e Ossezia del 
Nord-Alania. Territori di Stavropol' e di Krasnodar. 
4
 L'arco temporale va dagli scontri di Askeran e dal pogrom di Sumgait del febbraio 1988 alla guerra in Georgia 
dell'agosto 2008.

Preview dalla tesi:

Geopolitica dell’Islam nel Caucaso Settentrionale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe Farina
  Tipo: Tesi di Master
Master in Geopolitica e Sicurezza Globale
Anno: 2020
Docente/Relatore: Stefano Valente
Istituito da: Università degli Studi di Roma La Sapienza
Coautore: D’ADDIO Antonio, MARINI Alessio, GNETTI Andrea, SEGARRA Marcos Augusto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

geopolitica
russia
islam
estremismo
sufismo
cecenia
wahhabismo
transcaucasia
caucaso settentrionale
daghestan

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi