Skip to content

Gladio: L'operazione ''Stay Behind'' e gli anni di piombo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Gladio: L'operazione ''Stay Behind'' e gli anni di piombo, Pagina 5
Secondo l'interpretazione prevalente degli eventi stragisti, la conflittualità politi­
ca continua e sistematica che caratterizza la storia dell'Italia repubblicana sin dall'imme­
diato dopoguerra è da ricondurre alle dinamiche internazionali della guerra fredda: la 
stagione stragista, segnata dall'elaborazione di trame occulte per condizionare o sovver­
tire l'ordine democratico, va letta alla luce delle interazioni tra politica internazionale e 
politica interna e i suoi presupposti teorici e operativi devono essere individuati nell'am­
bito della strategia di contrasto al comunismo ideata dagli Stati Uniti, interessati alla sta­
bilizzazione moderata di un'area nevralgica come l'Italia
3
. 
Di contro, più recentemente si è fatta strada l'ipotesi interpretativa secondo la 
quale occorre inserire tali fenomeni in un quadro cronologicamente più esteso,     rom­
pendo quindi il nesso stringente con la guerra fredda, e considerarli dato strutturale del­
l'intera storia dell'Italia unita ed espressione di un conflitto prevalentemente interno, 
«ancorché ambientato in un contesto di tensioni internazionali straordinariamente perva­
sive da un punto di vista ideologico e organizzativo
4
». 
A tale nodo tematico si legano altresì quello del rapporto tormentato e sostan­
zialmente contraddittorio tra Costituzione repubblicana, fondata sull'antifascismo, e al­
leanze internazionali che comportano necessariamente una parziale cessione della so­
vranità nazionale al Paese leader dell'alleanza
5
 e quello ad esso correlato delle diverse 
forme assunte dall'anticomunismo in Italia: se da una parte, infatti, per il periodo com­
preso tra il 1943 e il 1989 è possibile parlare di un anticomunismo democratico che 
rientra nella regolare dialettica istituzionale, dall'altra occorre tener conto della presenza 
di un anticomunismo dal profilo ideologico meno definito che, per la sua sopravvivenza 
al comunismo stesso, sembra avere come reale obiettivo quello di combattere non tanto 
3 Tra gli studi più significativi che stabiliscono uno stretto legame tra politica interna italiana e scenario 
internazionale si segnala, per esempio, la ricerca storiografica di Ennio Di Nolfo in Sistema 
internazionale e sistema politico italiano: interazione e compatibilità, in Luigi Graziano e Sidney 
Tarrow (a cura di ), La crisi italiana, Einaudi Torino 1979, vol. I, pp. 79-112, e in Storia delle 
relazioni internazionali. 1918-1992, Laterza Roma-Bari 1994. Ancora, va ricordato il testo di Franco 
De Felice, Doppia lealtà e doppio Stato in «Studi Storici», XXX, 1989, n. 3, pp. 493-563, in cui il 
tema centrale è proprio quello del rapporto tra violenza e guerra fredda.
4 F. M. Biscione, Il sommerso della Repubblica, Bollati Boringhieri, Torino 2003, p. 9. A fronte di 
un'interpretazione mono-causale del periodo preso in considerazione, con specifico riferimento alla 
strategia della tensione, che vede negli Stati Uniti il motore della catena di attentati e tentativi di golpe 
messi in opera dalla manovalanza neofascista, Biscione propone di ricercare le radici interne di questa 
«guerra civile a bassa intensità» (la definizione è di Giovanni Pellegrino, in G. Fasanella, C. Sestrieri, 
G. Pellegrino, Segreto di Stato. La verità da Gladio al caso Moro, Einaudi Torino 2000). Rientra in 
questo filone anche l'opera di Aldo Giannuli, La guerra fredda delle spie, vol. 2, Nuova Iniziativa 
editoriale Bari 2005.
5 Sull'argomento si veda in particolare F. De Felice, Doppia lealtà e doppio stato, cit. n. 4.
4

Preview dalla tesi:

Gladio: L'operazione ''Stay Behind'' e gli anni di piombo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Nicola Carlino
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Salvatore  Adorno
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 64

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi